Antonio Guterres è stato rieletto segretario generale dell’Onu

L’ex presidente del Portogallo è al secondo mandato come segretario generale delle Nazioni Unite. Nel discorso d’insediamento Guterres esprime fiducia nel futuro

guterres
(Facebook)

Esponente del partito socialista portoghese e primo ministro della nazione dal 1995 al 2002, Antonio Guterres è stato eletto per il secondo mandato consecutivo di Segretario generale ONU.

La riconferma del ruolo apicale è un segno di grande fiducia da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite. La crisi mondiale derivata dalla pandemia ha messo sotto pressione le più importanti cariche politiche mondiali, con il compito oneroso di dettare le direzioni strategiche per uscire dal disastro economico e sociale.

“Ci sono ragioni per essere fiduciosi – spiega Guterres – La pandemia di Covid ha rivelato la nostra vulnerabilità condivisa, la nostra interconnessione e l’assoluta necessità di un’azione collettiva

La fiducia nel futuro espressa dall’ex primo ministro del Portogallo non vuole essere un discorso retorico, ma di indirizzo verso la comunità.

“Siamo a un bivio, stiamo scrivendo la storia con le scelte che facciamo in questo momento, e può andare in due modi: collasso e crisi perpetua o svolta e prospettiva di un futuro più verde, più sicuro e migliore per tutti”.

Dalle parole, le indicazioni sembrano chiare. La pandemia ha screato uno spartiacque che ha palesato la necessità di modificare le scelte governative in direzione di un maggior rispetto per l’ambiente e per i diritti degli esseri umani. Questi precetti sono inseriti nella carta fondante dell’Onu, ma la loro reale applicabilità è spesso piena di ostacoli. Guterres, con il suo discorso di insediamento, sembra voler responsabilizzare la collettività. Le scelte non sono appannaggio esclusivo della classe politica, ma possono essere portate avanti in maniera etica da qualunque cittadino. E sono proprio queste che fanno la differenza.

Un cambiamento “sarà possibile solo se riusciremo a superare l’attuale deficit di fiducia che ha un effetto corrosivo sulle società e tra i paesi. In particolare, dobbiamo fare tutto il possibile per superare le attuali divisioni geostrategiche e relazioni di potere disfunzionali“.

Leggi anche: WWF Italia: “La lotta al Covid frena quella all’inquinamento da plastica”

Leggi anche: Eurovo promette lo stop all’allevamento in gabbia delle galline entro il 2022

A questo link la fonte Ansa dell’articolo