Malore Eriksen, ecco il possibile motivo dell’arresto cardiaco

Il malore di Eriksen ha scosso il mondo del calcio e dello sport in generale. L’arresto cardiaco che lo ha colpito in campo avrebbe una causa. Scopriamo quale

Malore Eriksen
Screenshot Instagram

Sono stati attimi di angoscia e di paura quelli vissuti ieri allo stadio Parken di Copenaghen durante il match tra Finlandia e Danimarca. Verso la fine del primo tempo, con il risultato sullo zero a zero, il malore per Christian Eriksen. Che si è accasciato al suolo privo di sensi. Si è temuto al peggio, anche perché gli attimi dei soccorsi, seppur tempestivi, sono sembrati a tutti interminabili.

Le immagini dei giocatori danesi che hanno fatto da cordone al compagno a terra privo di sensi rimarranno indelebili. La gara inaugurale del gruppo B di Euro 2020 è stata condizionata da questo episodio che per fortuna si è risolto nel migliore dei modi. Con il calciatore che rimane vigile e fuori pericolo in ospedale.

Per il centrocampista danese si è trattato di arresto cardiaco, malore che troppo spesso si riscontra anche nel calcio, con tragedie che dal passato a tempi recenti hanno scosso tifosi e compagni di squadra.

Malore Eriksen in campo, il possibile motivo

Eriksen
Screenshot Twitter

Il malore di Eriksen, l’arresto cardiaco, potrebbe avere diverse cause. Ricordiamo che questo malore, spesso improvviso, provoca spesso il decesso cardiaco a causa del verificarsi di una grave situazione d’emergenza. Il tutto provocato da una cessazione dell’attività di pompa del cuore che porta alla perdita di conoscenza ed assenza di respiro.

Spesso in campo per i calciatori potrebbe arrivare dopo un forte dolore provocato per esempio da un infortunio di gioco o semplicemente da stress o altre cause. Per Eriksen non si è trattato di scontro di gioco. Il dottor Josep Brugada, cardiologo dell’Hospital Clinic nelle scorse ore ha analizzato l’accaduto. Parlando di anomalie cardiache al 98% dei casi.

Leggi anche: Sabrina Kvist Jensen, chi è e che lavoro fa la moglie di Eriksen

Leggi anche: Pippo Baudo, a quanto ammonta la sua pensione? Cifra sorprendente

Il cardiologo ha fatto riferimento a possibili patologie cerebrali o aortiche, ma sempre collegato ad aritmia cardiaca. Per il calciatore non sembrano esserci state conseguenze gravi anche per la tempestività dei soccorsi.