L’Agenzia delle Entrate condannata in Cassazione: dovrà pagare le spese di lite

Condanna per l’Agenzia delle Entrate: la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso che la stessa Agenzia aveva presentato e ora dovrà pagare anche le spese di lite.

Foto Getty Images

Problemi per l’Agenzia delle Entrate che è stata condannata in Cassazione anche a sostenere le spese di lite.

E’ stato infatti rigettato il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Puglia, Sessione Staccata di Lecce, che si era vista annullare un avviso di accertamento per IRES e IRAP.

Leggi anche: Cashback, furbetti in picchiata: ecco cosa sta succedendo

Agenzia delle Entrate, la condanna

Covid, società di leasing vince ricorso contro l'Agenzia delle Entrate
Covid, società di leasing vince ricorso contro l’Agenzia delle Entrate (foto: pixabay)

Con l’ordinanza n. 15310/2021 della Corte di Cassazione – Sezione Sesta Tributaria – depositata lo scorso 03 giugno, è stato rigettato il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Puglia, Sessione Staccata di Lecce, che si era vista annullare un avviso di accertamento per IRES e IRAP sulla base della “motivazione apparente” dell’atto tributario e l’”inerenza” di alcuni costi.

Leggi anche: Postepay, sai che in emergenza puoi ricaricarla anche così? 

Anche i giudici di legittimità hanno accolto le eccezioni di diritto formulate dall’avvocato Maurizio Villani. Nella fattispecie, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stata nei fatti punita l’insistenza del Fisco che ha voluto agire pure innanzi alla Suprema Corte con un’esemplare condanna alle spese di lite.