Juve, slitta l’aumento di capitale: indiscrezioni dall’assemblea Exor

Juve, slitta l’aumento di capitale della società? Le indiscrezioni dopo l’assemblea dei soci Exor porterebbe a questa ipotesi. I dettagli. 

In casa Juve si prepara la nuova stagione, con la società bianconera che è alle prese con l’organizzazione amministrativa del club ed i piani sportivi. Messo il primo tassello con il ritorno di Massimiliano Allegri sulla panchina dopo la separazione con Andrea Pirlo, si passa alle questioni economiche. Non è un mistero che la società di Andrea Agnelli stia attraversando alcune difficoltà.

Che derivano principalmente da una questione debitoria che deve essere risolta ed anche in tempi brevi. Piazzato il colpo allenatore, adesso si proverà a fare chiarezza sulla questione Cristiano Ronaldo. Con il campione portoghese che avrebbe espresso la volontà di cambiare aria e tornare nel suo Portogallo.

Leggi anche: Canone Rai, ecco gli esoneri dal pagamento previsti nel Dl Sostegni

Altra questione da non sottovalutare resta quella relativa alla Superlega. Con l’UEFA che sarebbe pronta ad attuare delle sanzioni nei confronti dei tre club ritenuti responsabili. Non solo la Juventus, ma in questo caso ci sarebbero anche Barcellona e Real Madrid.

Juventus, slitta l’aumento di capitale?

Nelle scorse ore si è svolta ad Amsterdam l’assemblea dei soci Exor, la holding che gestisce anche la Juventus. Non ci sono molte indiscrezioni a riguardo, anche perché l’incontro si è tenuto al riparo da orecchie indiscrete. Non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali, ma da quello che sembra trapelare, come riporta calciomercato.com, pare che non sia previsto al momento un aumento di capitale.

Anche se questo era l’argomento del giorno, un tema caldo e da affrontare anche con una certa priorità. Questa decisione, tutta da confermare, potrebbe portare a fare alcune considerazioni. O il club si è aggiornato sullo stesso tema a data da destinarsi, ma comunque non lontana nel tempo.

Leggi anche: Netflix e Disney+, stop alla condivisione degli account?

O qualcosa davvero bolle in pentola. Con possibili operazioni commerciali o accordi con nuovi soci. Sta di fatto che ad oggi, con l’ipotesi Superlega accantonata, alla Juve serve una certa liquidità per poter ripianare le falle nel bilancio ed allestire una squadra competitiva.