Garante per la Privacy, avvertimento alla Campania: il green pass regionale viola la normativa sulla privacy

Il Garante per la Privacy ha adottato un provvedimento per avvertire formalmente la regione Campania che il progetto di implementare un green pass regionale viola la normativa sulla privacy.

Garante Privacy, avvertimento formale alla Regione Campania per il green pass regionale
Pixabay

La regione Campania ha promosso, infatti, una certificazione regionale di avvenuta vaccinazione, guarigione o negatività al Covid-19 come condizione necessaria per fruire di moltissimi servizi e partecipare ad eventi. Questa decisione, però, viola la normativa europea sulla privacy e l’Autorità si è quindi vista costretta ad adottare un provvedimento nei riguardi della Regione lo scorso 25 maggio.

Come fa notare lo stesso Garante per la Protezione dei Dati Personali, il provvedimento della Regione Campania “travalica le stesse indicazioni del cosiddetto ‘Decreto Riaperture’”. Il provvedimento del Garante nota anche come per il sistema della smart card non siano indicati alcuni dati fondamentali.

In linea più generale, il provvedimento adottato dalla Regione innesca un problema che mette “a rischio l’interoperabilità delle certificazioni a livello nazionale ed europeo“, il che è contrario a quello che invece dovrebbe essere il fine della certificazione nazionale: “agevolare la libera circolazione all’interno dell’Unione Europea durante la pandemia da covid-19“.

Nella comunicazione che accompagna il provvedimento rivolto alla Regione Campania si ricorda anche come il Garante si sia espresso già riguardo proprio alle indicazioni date nel “Decreto Riaperture” sulla certificazione nazionale. Il green pass promosso dalla Regione Campania è stato previsto con un ordinanza da parte del Presidente della Regione De Luca con cui si “demanda all’Unità di crisi regionale la definizione delle modalità operative e la distribuzione di smart card su cui saranno registrati i pass covid regionali“.

Sul sistema delle smart card per il rilascio delle certificazioni di avvenuta vaccinazione il garante fa notare come manchino “la titolarità del trattamento, chi può accedere a usare le informazioni, chi può controllare la validità e l’autenticità delle certificazioni”. Si tratta di critiche che riprendono almeno in parte quanto il garante aveva già detto riguardo il pass Nazionale.

Sempre nella comunicazione che ha accompagnato il provvedimento si legge poi che “il sistema adottato dalla Regione, avrebbe richiesto, in ogni caso, che venisse effettuata una preventiva valutazione di impatto volta a implementare misure adeguate a garantire la protezione dei dati, anche particolarmente delicati come quelli sulla salute delle persone”.

L’avvertimento rivolto alla Regione Campania è stato anche inoltrato al Presidente del Consiglio dei Ministri e alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Leggi anche: Richiamo alimentare, ritirato prodotto di Erba Viva: è cancerogeno

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, 100 denunce per truffa nel Vercellese

Qui il comunicato del Garante per la Privacy