Stellantis: Hon Hai vola in Borsa dopo l’alleanza. I dati

Il gruppo Stellantis e Foxconn volano in borsa dopo l’annuncio di alleanza che porterà presto ad una joint venture. I dati dai mercati.

Pixabay

A poche ore dall’annuncio della collaborazione del gruppo Stellantis e Hon Hai Precision Industry (Foxconn), si registrano altre prestazioni del titolo alla Borsa di Taiwan. L’incremento è del +7,43%, un dato che al momento segnerebbe la bontà dell’operazione condotta in campo tecnologico. Da una parte un costruttore automobilistico, dall’altra il principale assemblatore di dispositivi elettronici al mondo.

Si ricorda che Foxconn da tempo è uno storico alleato di Apple, e questa joint venture potrebbe portare benefici per le due aziende sul mercato anche in tempi brevi. I dati raggiunti alla Borsa di Taiwan confermano questa convinzione. Nel dettaglio si parla di progettazione di nuovi sistemi avanzati ma al momento non di auto elettriche.

Leggi anche: Bonus TV, 100 euro per rottamare il vecchio televisore: come ottenerlo

Ma non è detto che questa direzione non venga presa in futuro. In questo momento gli obiettivi dichiarati dalla joint venture sono altri, e si rivolgono alla massimizzazione degli interessi comuni.

Stellantis, i dettagli della join venture

Pixabay

La joint venture tra Stellantis e Foxcom si chiamerà “Mobile Drive” e già adesso promette ottimi risultati grazie alle competenze delle due aziende che potranno supportarsi vicendevolmente nelle varie aree di competenza. Come detto al momento non si procederà allo sviluppo di vetture elettriche per lanciare la sfida al mercato cinese.

Al momento si preferisce puntare alle attività di telematica e sviluppo di piattaforme cloud grazie a software innovativi. Anche grazie all’utilizzo di applicazioni basate su intelligenza artificiale comunicazione 5G ed altri settori di massima tecnologia informatica. Puntando come detto sul know how aziendale.

Leggi anche: Il Garante della Privacy ha approvato il nuovo codice di condotta sulle informazioni commerciali dell’Ancic

Solo tra qualche mese i vertici delle due multinazionali hanno fatto sapere che si potrà continuare sulla strada delle auto elettriche, settore che rimane di assoluta importanza e che potrebbe portare ad interessanti sviluppi anche in questa collaborazione. Mandando la sfida al mercato cinese ed a quello europeo che si è mosso in anticipo.