Garante Privacy chiede a TikTok nuovi interventi per proteggere i minori

TikTok ha attualmente bloccato o rimosso già più di 500mila account che sono risultati essere gestiti da minori di 13 anni a seguito della richiesta del Garante della Privacy. Ora l’Autorità chiede un ulteriore sforzo per proteggere i più piccoli.

Garante Privacy chiede a TikTok nuovi interventi per proteggere i minori
Garante Privacy chiede a TikTok nuovi interventi per proteggere i minori (foto: pixabay)

Il Garante della Privacy aveva chiesto a TikTok di implementare misure per evitare che i minori di 13 anni utilizzassero la piattaforma. Ora che oltre 500mila account risultati gestiti da minori di 13 anni sono stati rimossi o bloccati, l’Autorità chiede un ulteriore passo avanti.

Il garante aveva infatti chiesto a TikTok di provvedere a implementare un blocco per salvaguardare i minori e la piattaforma aveva cominciato a inizio febbraio con un controllo con il quale chiedeva di indicare la propria età. Questo controllo ha portato a scoprire oltre 500mila account di utenti con un’età inferiore ai 13 anni.

Leggi anche: “Scapigliato alberi”, un progetto di impianto di 245mila piante

Garante Privacy: da TikTok un passo avanti

Garante Privacy chiede a TikTok nuovi interventi per proteggere i minori
Garante Privacy chiede a TikTok nuovi interventi per proteggere i minori (foto: pixabay)

Dopo questo primo controllo che ha portato all’individuazione di oltre 500mila account gestiti da minori, il Garante ora chiede a TikTok ulteriori interventi per tenere gli infratredicenni fuori dalla piattaforma. TikTok è riuscita ad individuare gli utenti minori sia con la richiesta di indicare la propria data di nascita di nuovo, sia utilizzando sistemi di segnalazione e moderazione interni alla piattaforma.

Quello che ora il Garante chiede è che TikTok utilizzi sistemi per evitare che i minori possano tornare ad utilizzare il social. L’impegno di TikTok si è così articolato. Innanzitutto la piattaforma garantirà la cancellazione degli account segnalati e che dopo verifica risultino gestiti da persone al di sotto dei 13 anni entro 48 ore dalla conferma.

In più verranno rafforzati i meccanismi di blocco dei dispositivi con cui i minori potrebbero accedere alla piattaforma. Verrà poi studiata ed elaborata una soluzione, che sfrutterà anche l’intelligenza artificiale, che permetta di evitare che i minori di 13 anni possono utilizzare la piattaforma.

Leggi anche: Digitale terrestre, importante novità: lo annuncia il Ministero

A questi sistemi che potremmo definire in-app, TikTok affiancherà anche una campagna di comunicazione proprio per raggiungere i minori e spiegare perché la piattaforma non è adatta a un pubblico di minori. Verrà infine riscritta l’informativa con un linguaggio più semplice e in grado di poter comunicare proprio con i ragazzi per fargli comprendere meglio quali sono le linee guida della piattaforma.