Mutuo prima casa giovani, arriva la garanzia dello Stato. Cosa cambia

Milioni di giovani sperano di poter accedere a un mutuo per l’acquisto della prima casa. Spesso è questo il grosso ostacolo verso quello che per molti è diventato un sogno. Ma c’è un’importantissima novità: arriva la garanzia dello Stato.

mutuo
(pixabay)

Se fino a un paio di anni fa accendere un mutuo per molti giovani rappresentava un desiderio difficilmente realizzabile, oggi, a causa della crisi economica, diventa se possibile ancora più complicato. In questa situazione emergenziale il Governo ha deciso di intervenire in maniera preponderante, ponendosi come garanzia per i giovani affinché possano realizzare il loro sogno di acquistare la prima casa.

La crisi economica strettamente legata a quella sanitaria, ha provocato gravissimi problemi agli italiani. Migliaia di attività commerciale sono state costrette a chiudere i battenti e le famiglie oggi più che mai hanno difficoltà ad arrivare a fine mese. Le novità riguardante l’accesso al mutuo sono state inserite nella bozza del Decreto Sostegni.

Leggi anche: Cosa faceva Ubaldo Lanzo prima dell’Isola dei Famosi? Vi spiazzerà

Mutuo prima casa: importanti novità per i giovani

mutuo
(pixabay)

Nel nuovo Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), dovrebbe essere previsto il nuovo mutuo al 100% garantito dallo Stato per gli under 35. Questo permetterà a molti giovani di acquistare la prima casa. Non sono stati forniti ulteriori dettagli su eventuali limitazioni relative alle cifre disponibili ma in qualsiasi caso si tratta di un’opportunità assolutamente da prendere al volo.

La bozza del Decreto Sostegni è composta da 48 articoli che introdurranno una serie di importanti novità. Tra questi ricordiamo che il reddito di emergenza che sarà riconosciuto per altri due mesi, a giugno e a luglio.

Leggi anche: Tu Sì Que Vales, in bilico il rinnovo del contratto di Belen? Le cifre

Nello stesso decreto novità anche per le partite Iva. I contributi a fondo perduto con circa 14 miliardi a disposizione e un doppio binario. Il calcolo delle perdite sarà sempre in base al fatturato ma si potrà scegliere il periodo di riferimento.