Canone Rai, cambia tutto: c’è l’esenzione, non va pagato più

E’ stato confermato dal nuovo Decreto Sostegni, il canone RAI non dovrà essere più pagato.

Importanti novità in vista per quanto concerne il Canone Rai. All’interno del nuovo Decreto Sostegni, infatti, è stata inserita l’esenzione dal pagamento della tassa di possesso per apparati radiotelevisivi. Andiamo a scoprire i dettagli.

canone RAI

 

Il Decreto Sostegni introdurrà una serie di importanti novità per le famiglie italiane. Al momento parliamo di una bozza, che fornisce però una serie di spunti estremamente interessanti per i cittadini e commercianti. Di seguito le misure più importnati:

  • estensione del reddito di emergenza;
  • bonus per le partite Iva;
  • esenzione dal pagamento di Imu;
  • esenzione dal pagamento di Tari;
  • esenzione dal pagamento del canone Rai.

La grave crisi sanitaria connessa alla pandemia, ha generato una profonda crisi economica che ha messo in difficoltà le famiglie italiane. La riduzione del fatturato per le attività, la mancanza di lavoro hanno costretto i cittadini a stringere la cinghia.

Proprio per cercare di andare in soccorso a chi sta pagando sulla propria pelle tutte le difficoltà causate dal Covid, il Governo Draghi sta studiando una serie di importanti misure da introdurre nel nuovo Decreto Sostegni.

LEGGI ANCHE –> Giocatevi questi numeri: c’è l’indizio vincente

LEGGI ANCHE –> Digitale terrestre, importante novità

Esenzione Canone Rai: tutti i dettagli

Tra le varie introduzioni previste dalla bozza del Decreto Sostegni è prevista anche l’esenzione dal pagamento del canone Rai.

Digitale terrestre

Nello specifico, le strutture ricettive di somministrazione e consumo di bevande – tradotto, bar, ristoranti e alberghi – non dovranno più pagare il canone RAI, saranno esentate dal pagamento della tassa di possesso di dispositivi radiotelevisivi.

Secondo quanto riferito da Public Policy, la norma dovrebbe entrare con un emendamento e potrebbe inoltre prevedere uno stanziamento di 60 Milioni di euro.

Un’iniziativa che sarà accolta sicuramente con favore dagli imprenditori del settore che saranno sgravanti di un pesante fardello. Purtroppo azioni di questo tipo sono necessarie per cercare di sostenere l’economia italiana e gli imprenditori in grave difficoltà a causa della pandemia.