Netflix produce la nuova serie con Ficarra e Picone

Il duo comico debutta in versione seriale. Netflix produce una serie tv con Ficarra e picone come protagonisti.

ficarra e picone
(Facebook)

Ficarra e Picone sono un duo palermitano molto amato e seguito. La coppia di comici ha i propri esordi in teatro negli anni ’90, con spettacoli che narrano in veste ironica e dissacrante aneddoti di vita vera in Sicilia.

Gli anni 2000 sono portatori di successo in molti campi: l’esordio al cinema con Aldo, Giovanni e Giacomo; la partecipazione al programma presentato da Serena Dandini “L’ottavo nano”; l’esordio dietro la macchina da presa.

Il duo siciliano si è subito rivelato forte nella propria ecletticità. Ha raggiunto il grande pubblico con “Striscia la Notizia”, presentando il programma inizialmente per una sola settimana, e in seguito per tutta la stagione.

La collaborazione con un’altro duo importante, quello Maresco-Ciprì, ha consentito a Ficarra e Picone di uscire dall’immagine leggera per inserirsi nelle tematiche della critica sociale, portata sullo schermo con registri feroci.

Dopo aver sperimentato tutti i campi delle performance audiovisive non poteva mancare la serie tv. Netflix produce una serie con Ficarra e Picone come protagonisti.

Leggi anche: Su Netflix “Malcolm E Marie”, un film girato durante il lockdown

La serie tv “Incastrati” di Ficarra e Picone

ficarra e picone
(Facebook)

Non si hanno ancora notizie certe sulla trama di “Incastrati”. La serie creata ed interpretata da Ficarra e Picone è ancora avvolta da un alone di mistero. Quel che è certo è che le riprese saranno girate interamente nella città di Palermo, che vanta i natali del duo. I lavori per la realizzazione della serie sono stati programmati su strada tra il 6 e l’11 maggio 2021.

Leggi anche: “Zero”, la serie Netflix sui riders e le periferie di Milano

La fotografia sarà curata da Daniele Ciprì, amico del duo: “Non amo personalmente la serialità, ma mi piace che mi confronterò con un genere come la commedia. Da palermitani e per raccontare questa città, Ficarra e Picone fanno un lavoro molto simile, ma allo stesso tempo diverso, a quello mio e di Franco Maresco”.