Perchè Google ha dedicato il suo Doodle a Luther Vandross

Goggle ha dedicato il Doodle di oggi a Luther Vandross che a suo modo è entrato nella storia. Scopriamo perchè.

Foto (Screenshot Youtube)

Luther Vandross ha iniziato la sua carriera entrando a far parte del gruppo Bionic Boogie ottenendo un grandissimo successo con la canzone Hot Butterfly. Successivamente entra a far parte di una band con musicisti italiani dal nome Change, composta da Mauro Malavasi, Paolo Gianolio e Davide Romani. Grazie a The Glow Of Love e Searching ottennero un fantastico riscontro di pubblico.

All’inizio degli anni ’80 l’artista decide di provare la carriera da solista. Per la precisione nel 1981 pubblica il suo primo album dal titolo Never Too Much. Nello stesso anno riceve il suo primo Grammy Award per il brano Here and Now. Negli anni successivi, grazie alla sua musica, diventa uno dei cantanti più conosciuti e apprezzati degli Stati Uniti.

Leggi anche: Elettra Lamborghini, che lavoro faceva prima del successo?

Il Doodle dedicato a Luther Vandross

Foto (Screenshot Youtube)

Grazie al suo grande successo e al suo indiscusso talento Luther Vandross ha la possibilità di collaborare con i più famosi artisti del mondo, tra questi Mariah Carey. I due ripropongono un grande successo precedentemente cantato da Lionel Richie e Diana Ross intitolato Endless Love.

Nel 1991 esce il suo singolo dal titolo Are You Using Me. Questo brano fa il giro del mondo e viene riprodotto in tutte le discoteche del mondo. Nel 2003 esce l’album Dance with My Father che viene premiato con ben quattro Grammy Award.

Leggi anche: “Tenebre e ossa”, la nuova serie Netflix disponibile dal 23 aprile

Purtroppo nel 2004 è vittima di un gravissimo ictus che lo costringe al ritiro dalle scene. Nel 2005 il mondo piange una delle voci più belle che abbia conosciuto. Google ha deciso di dedicargli un Doodle, disponibile in diversi paesi del mondo ma non in Italia, in occasione dei 70 anni dalla sua nascita.