Salari: nel 2020 persi 40 miliardi, l’Italia fanalino di coda nell’Ue

Salari: nel 2020 l’Italia ha perso ben 40 miliardi di salari. L’impatto della pandemia sull’economia del nostro paese è stata devastante

Salari Italia
Stipendio (Pixabay)

Il 2020 si conferma devastante per l’economia italiana anche per quel che concerne i salari e gli stipendi. La perdita complessiva registrata è stata di 39,2 miliardi, con un calo degli stipendi del 7,47%. I dati forniti dall’Eurostat fotografano una situazione che si presenta devastante in tutti i settori, e di conseguenza anche per i lavoratori che sono stati costretti a cig per mesi senza occupazione stabile.

I dati dell’Eurostat sostanzialmente non fanno altro che certificare quello che si temeva, che rappresenta la conseguenza della crisi infinita. Con impatti negativi anche sul Pil con un passaggio da oltre 500 miliardi nel 2019 a 486 miliardi circa nel 2020. Nello stesso anno critico si sono registrati dei cali anche per la Francia (-32 miliardi) e la Germania (-13 miliardi).

Leggi anche: Energia elettrica, quanta ne consumano i PC e le console? Ecco le bollette

Spaventa tantissimo il confronto con gli anni precedenti, che porta in evidenza dei crolli spaventosi in tutti i settori per il nostro paese. Anche se la situazione non resta delle migliori anche negli altri paesi europei che nei periodi di lockdown hanno avuto cali ragguardevoli.

Salari a picco nel 2020 in Italia

Salari Italia
Stipendio (Pixabay)

Quello del crollo dei salari nel nostro paese rappresenta la cartina di tornasole di una crisi economica senza precedenti. Che inevitabilmente ha portato ad un crollo dell’occupazione. Le misure restrittive hanno impattato in modo clamoroso sul paese che sta risentendo ancora adesso di quelle chiusure e di un lockdown che è stato pesantissimo per la classe imprenditoriale e per i lavoratori stessi.

A conferma del trend pessimo ci sono i dati non solo italiani ma di mezza Europa. Se dalle nostre parti si piange, c’è da dire che anche negli altri paesi non si ride affatto. Unica eccezione resta l’Olanda che anche nel periodo di crisi massima ha fatto registrare un +3,29%. Ma in tutti gli altri paesi la situazione ricalca quella italiana con perdite anche forti che solo con le aperture imminenti si potranno recuperare.

Leggi anche: Superenalotto, centrato un cinque clamoroso. Sale l’attesa per il Jackpot

In Italia dal 2019 ed il 2020 il Pil a prezzi di mercato è sceso da 1.790,94 miliardi a 1.651,59, con un calo del 7,78%.