Centri per l’impiego, in arrivo migliaia di assunzioni. Ecco dove

Centri per l’impiego: in arrivo migliaia di posti di lavoro per rilanciare alcuni settori bloccati dall’emergenza Covid. Tutti i dettagli

Offerte Lavoro
Colloquio lavoro (Pixabay)

In un periodo storico critico per il mondo del lavoro, sono evidenti gli sforzi che il nuovo esecutivo sta mostrando per tentare di invertire la rotta. Il governo Draghi infatti in queste settimane è andato avanti con i ristori per le imprese e per i lavoratori. Concedendo sussidi soprattutto per le attività che più delle altre stanno subendo la crisi economica che ha investito tanti settori.

Adesso la priorità resta quella del lavoro, con interventi drastici anche in ambito assunzioni. Il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta nei giorni scorsi ha annunciato le selezioni per personale tecnico amministrativo. Con bandi e selezioni che mirano all’assunzione a tempo determinato di migliaia di persone per svariati profili. Ma come detto il governo prosegue su questa scia. E sotto osservazione rimangono anche i Centri per l’Impiego.

Leggi anche: Barbara D’Urso lascia Mediaset? Spunta un nuovo contratto milionario

Nella scorsa legislatura le attenzioni si erano focalizzate sui ruoli dei cosiddetti “navigator”, per un progetto che non è mai del tutto decollato.

Centri per l’impiego: a breve le assunzioni

Offerte lavoro
Colloquio lavoro (Pixabay)

Quelli dei Centri per l’impiego resta una priorità fondamentale, che resta in agenda del governo Draghi. C’è bisogno di una riforma strutturale dell’apparato, che possa garantire sostegno ai candidati e soprattutto aspettative concrete di occupazione alle persone in cerca di occupazione. Anche il ministro del Lavoro Andrea Orlando sta lavorando su più tavoli in queste ore.

Dopo la svolta in merito alle vaccinazioni dei dipendenti delle aziende su base volontaria, la priorità del ministro resta una sola. Ed è quella del rafforzamento dei Centri italiani che ad oggi appaiono tra i più inadeguati d’Europa. Un fanalino di coda triste per il paese. Il primo passo verso la modernizzazione delle strutture passa proprio attraverso le nuove assunzioni. E la buona notizia resta proprio quella di nuovi posti di lavoro a breve disponibili per tanti giovani.

Leggi anche: Ristruttura una vecchia casa e diventa ricco: ha trovato questo oggetto

Nello specifico si parla di 11.600 posti di lavoro per nuovi addetti ai servizi di collocamento. Nelle prossime settimane il governo offrirà maggiori dettagli anche sull’uscita del bando.