Al Bano Carrisi, ecco quanto pesa l’emergenza Coronavirus sui suoi affari

Al Bano Carrisi ha avviato da anni alcune attività imprenditoriali di successo. Scopriamo quanto pesa l’emergenza Covid sul suo business

Al Bano Carrisi
Il cantante Al Bano Carrisi (Screenshot Instagram)

Il cantante di Cellino San Marco ha espresso più volte le proprie opinioni in merito all’emergenza Coronavirus, che imperversa in Italia e nel mondo da oltre un anno. Generando una crisi spaventosa che ha messo in ginocchio tantissime aziende che non hanno resistito al peso delle chiusure e delle zone rosse. Anche l’ex marito di Romina Power ha risentito parecchio di questo periodo critico.

Infatti da alcuni anni il 77enne volto celebre della musica italiana ha intrapreso una brillante carriera imprenditoriale. Oggi possiede dei vigneti ma anche un albergo ed un ristorante ed ha alle sue dipendenze ben 50 dipendenti. Il suo vino – il “Don Carmelo”, un classico Negroamaro del Salento – è diventato famoso anche grazie alla sua celebrità.

Leggi anche: Barbara D’Urso lascia Mediaset? Spunta un nuovo contratto milionario

Prodotto venduto non solo nei ristoranti – che oggi stanno subendo tanto la crisi Covid – ma anche in tanti supermercati ad un prezzo che varia dai 10 euro ai 60 euro in base alle annate. Un vino commerciale ma che allo stesso tempo è anche di qualità.

Al Bano Carrisi: il peso dell’emergenza Covid nel suo business

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Al Bano (@albano_official_)

L’impatto della pandemia sul business di Al Bano Carrisi, dopo oltre un anno di emergenza sanitaria ed economica comincia a farsi sentire. In recenti interviste il compagno di Loredana Lecciso ha dichiarato che la sua pensione attualmente è di 1.470 euro. E che se un giorno dovesse vivere solo di quella non riuscirebbe a passarsela molto bene. La sua preoccupazione è legata alla situazione attuale.

Con le tappe dei suoi concerti all’estero annullate ed in bilico, e le attività vinicole ridotte solo alla distribuzione delle catene dei supermercati, il cantante di Cellino San Marco ha visto ridursi drasticamente le sue entrate. E spera che al più presto la campagna vaccinale possa prendere piede. Non nascondendo però perplessità sul vaccino AstraZeneca.

Leggi anche: 10eLotto, centrata una vincita da record con pochi euro. Un paese in festa

Tornando ai suoi affari, Al Bano ha confessato di aver esaudito di recente un suo desiderio. Comprando altri due ettari di terreno arrivando ad un possedimento complessivo di 152. Nonostante la crisi il suo vino continua ad essere molto venduto, con il business che resta milionario e che almeno per il momento non gli fa perdere il sonno. Anche perché i sorrisi ed i guadagni continuano ad arrivare per lui anche dalla musica: su Spotify la sua celebre “Felicità” è stata riprodotta più di cinque milioni di volte.