Cibo spazzatura, cosa succede al corpo mangiando un Big Mac?

La questione sul cibo spazzatura, in inglese junk food, continua ad essere aperta. Soprattutto ora che la coscienza alimentare sta crescendo. Ma cosa succede quando mangiamo un Big Mac? Un grafico di FastFoodMenuPrice svela le reazioni del corpo.

Cibo spazzatura, cosa succede al corpo mangiando un Big Mac?
Cibo spazzatura, cosa succede al corpo mangiando un Big Mac? (foto: pixabay)

Se avete mai mangiato un Big Mac o un rappresentante del cibo spazzatura di una delle grandi catene della ristorazione fast, avrete sicuramente sperimentato diverse fasi. Un grafico di FastFoodMenuPrice ha fatto ora chiarezza su quali reazioni avvengono nel corpo dopo l’ingestione.

Leggi anche: Anziani vittime di truffe online, l’emergenza Covid aggrava la situazione

Cibo spazzatura, chimica del cervello e sazietà

Cibo spazzatura, cosa succede al corpo mangiando un Big Mac?
Cibo spazzatura, cosa succede al corpo mangiando un Big Mac? (foto: pixabay)

Il grafico pubblicato su FastFoodMenuprice divide la digestione del Big Mac in fasi partendo dai primi dieci minuti e via via fino alla prima ora dall’ingestione di questo vero e proprio re del cibo spazzatura.

Nei primi dieci minuti entra in gioco il cervello e l’evoluzione. Siamo stati programmati, se si può dire, per preferire cibi con molte calorie. Questo deriva dal fatto che i nostri antenati dovevano risolvere quotidianamente il problema del cibo, e non sempre vi riuscivano. L’idea di rimanere a stomaco vuoto, quindi, ci ha fatto sviluppare una propensione per i cibi che sappiamo essere ricchi di calorie per poterci sentire sazi, e felici, più a lungo.

In questi primi dieci minuti, il panino ricco di grassi e calorie genera una sensazione di benessere e il cervello rilascia dopamina. Stesso funzionamento del cervello? Quando si usa la cocaina.

Dopo venti minuti lo zucchero del panino ha fatto schizzare alle stelle i livelli di glucosio nel sangue, creando di nuovo una sensazione di benessere che poi il corpo ricerca, creando un altro meccanismo di dipendenza. A trenta minuti entra in gioco invece il sale, presente anch’esso in grandi quantità nel cibo spazzatura. Oltre a generare una sensazione di sete inarrestabile, il sale eccessivo è un pericolo vero e proprio per il cuore e la circolazione del sangue.

Tra l’altro, la disidratazione portata dall’eccessiva quantità di sale nel corpo spesso viene scambiata per fame. Motivo per cui alcuni fanno un “secondo giro” di cibo spazzatura pensando di avere fame quando in realtà hanno solo bisogno di molta, molta acqua.

A quaranta minuti, nonostante il Big Mac sia davvero sostanzioso, il cervello, che ha sperimentato il picco di glucosio accusa una carenza e cerca altro zucchero. Lo zucchero del Big Mac, in particolare quello del panino, viene assorbito rapidamente creando un altro picco nella glicemia, picco che ci fa sentire ancora più fame.

Leggi anche: Sconto bollette e canone Rai, ecco chi potrà ottenerli

Alla boa dei sessanta minuti, quando i livelli di glucosio e di sodio stanno scendendo, il corpo inizia davvero la digestione. In generale, occorrono tra 24 e 72 ore per digerire il cibo. Nel caso del Big Mac, alcune sostanze, come i grassi trans richiedono 51 giorni per essere processati dall’organismo ed eliminati. E in quei 51 giorni rimangono nel corpo.

Vanno eliminati i Big Mac e il resto del cibo spazzatura dal pianeta? Più facile e più salutare essere consapevoli di cosa succede al corpo dopo che li si è ingeriti e farne quindi un uso molto sporadico.