Il Dl Sostegno slitta: per queste categorie arriva un rinvio. Ecco quali

Il Dl sostegno slitta: la nuova tranche di ristori avrà uno slittamento. Scopriamo di quali categorie si tratta e le nuove tempistiche

Decreto sostegno
Banconote (Foto Pixabay)

Resta ancora da attendere qualche giorno per l’approvazione del Decreto Sostegno 2021, con l’ultimo slittamento che porta con molta probabilità alla prossima settimana. L’ok dpotrebbe infatti arrivare per martedì o mercoledì prossimo, mentre il Consiglio dei Ministri si dovrebbe avere nella giornata di venerdì. Le misure che interessano maggiormente in questo momento sono quelle inerenti al pacchetto lavoro e ad alla proroga della Cig.

Tante le novità che riguarderanno questi due settori, che in un momento delicato come quello che stiamo vivendo interessa milioni di italiani. Per quel che riguarda i ristori le indiscrezioni parlano di indennizzi alle attività fino a 5 milioni di euro che saranno distribuiti in base al fatturato delle varie attività. Ma come detto anche il pacchetto inerente al lavoro desta tanto interesse.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, più soldi e altra novità in arrivo

Proprio per il periodo critico che si sta attraversando. Di primaria importanza restano sia la proroga del blocco dei licenziamenti, che si estende al 30 giugno che l’allungamento della Cig fino al 31 dicembre. Sempre nel pacchetto lavoro si va verso la conferma dell’anticipazione del miliardo in più previsto per il rifinanziamento del reddito di cittadinanza.

Dl sostegno, novità per partite Iva e stagionali

Decreto sostegno
Banconote (Foto Pixabay)

Dl sostegno, vi va verso lo slittamento a metà marzo. Ma nessuna preoccupazione in quanto non ci saranno sorprese. Tutto confermato in merito al pacchetto lavoro ed ai ristori. Ma ci sono delle novità previste per i lavoratori stagionali e per le partite Iva. In merito a questi ultimi possiamo riscontrare la rottamazione delle cartelle che nel 2020 hanno fatto risultare un abbassamento degli introiti del 33%. In questo modo si darebbe pa possibilità di pagare senza interessi cartelle di riferimento agli anni 2017 e 2018.

Per i lavoratori stagionali invece ci saranno delle misure importanti in quanto parliamo forse della categoria maggiormente colpita dall’emergenza. Tra le proposte che potrebbero trovare conferma nel decreto ci sono quelle dei 3mila euro a favore dei lavoratori stagionali che non abbiano fatto precedentemente richiesta.

Leggi anche: Incentivi imprese: in arrivo fino a 130mila euro per la sicurezza sul lavoro

Nello specifico il governo Draghi sarebbe intenzionato ad una dilazione della cifra con pagamenti in tre mesi da 1000 euro nei confronti delle categorie fortemente colpite dalla pandemia Coronavirus.