Riciclo batterie auto elettriche: i progetti per smaltimento e riutilizzo

Riciclo batterie delle auto elettriche: che fine fanno alla fine del loro ciclo di vita? Scopriamo cosa avviene nel momento dello smaltimento

Riciclo batterie
Batteria auto elettrica (Foto Pixabay)

In un periodo difficile come quello che si sta attraversando, con la possibile correlazione tra inquinamento ed emergenza Coronavirus che sta emergendo, l’obiettivo “green” diventa sempre più ambizioso. E non solo per l’Italia. Ed il mercato delle auto elettriche rimane da implementare. Ma come vengono smaltite le batterie agli ioni al litio che alimentano i loro motori?

Sono tanti i governi che chiedono alle aziende di implementare la prodizione di queste auto non inquinanti e di favorirne la diffusione. Ma l’aumento dell’utilizzo porta anche a dover fare i conti con un maggiore numero di batterie presenti in circolazione e quindi da smaltire. Una delle sfide che in questi anni si dovrà affrontare è proprio questa. Ma i paesi sono pronti a questa sfida. E soprattutto, l’Italia lo è?

Leggi anche: Moneta da 1 centesimo che vale 280 Mila euro: tutti la buttano. Ecco qual è

L’obiettivo si dovrà rivolgere necessariamente alle case produttrici, che dovranno essere pronte a gestire una vera e propria montagna di celle scarto nel giro di poco tempo. Ma non finisce qui. Infatti si dovranno tenere come riferimento anche i trattamenti chimici volti alla realizzazione di materiali che possano essere riutilizzati. Una bella sfida per tutti i paesi, in un settore importante come quello ambientale.

Un obiettivo ambizioso: aumentare produzione e smaltimento

Quello del riciclo delle batterie delle auto elettriche rimane un obiettivo importante ed assolutamente da raggiungere. Soprattutto in un momento delicato e difficile come quello che stiamo affrontando. Da non sottovalutare anche l’aspetto economico. Infatti le batterie contengono materiali rari e costosi come il litio ma anche il cobalto ed in nickel che provengono da tanti paesi anche orientali.

Il dato è preoccupante e fa riferimento al 2019: su 180mila tonnellate di batterie agli ioni al litio nel mondo, solo la metà sono state riciclate. Questo porta ad un utilizzo massimo di queste risorse che sono già scarse in natura. Ad oggi, secondo il report della Circular Energy Storage, la società di consulenza che segue il mercato delle riciclaggio delle batterie agli ioni al litio, sono un centinaio le aziende nel mondo che possono garantire una corretta procedura di smaltimento.

Leggi anche: Bonus 110, cos’è la cessione del credito e come ottenerla

Queste aziende si trovano per lo più in Asia (Cina e Sud Corea) e rappresentano un numero abbastanza esiguo. Nel breve tempo ci saranno delle start-up anche in Europa e Nord America.