Digitale terrestre, cambio numerazione in questa regione italiana 

Digitale terrestre, ancora novità in attesa dello switch-off che partirà a settembre. C’è un nuovo cambio numerazione in un territorio italiano. 

Digitale Terrestre, ecco le date da segnarsi per lo switch off
Digitale Terrestre, (foto: pixabay)

In attesa del famoso e impattante switch-off che partirà da settembre, quando vi sarà un cambio epocale per passare alla trasmissione in DVB-T2 basata sul 5G, continuano le modifiche semplici sul fronte digitale terrestre. A tal proposito l’ultimissima novità riguarda un cambio numerazione in Lombardia, relativa al mux Telestar. La modifica è relativa a un solo canale effettivo, ovvero TelePavia, nonché un duplicato di MilanoPavia Tv, che ora i residenti della suddetta regione potranno vedere i programmi dell’emittente sul canale 857 rispetto al precedente riferimento relativo alla posizione 691.

Digitale terrestre, cambio canale in Lombardia

Foto Pixabay

Non ci sono novità invece per quanto riguarda Milano Pavia Tv, riscontrabile sempre al canale 89 e per la quale non sono previste modiche in tal senso. Se per caso non doveste visualizzare il nuovo canale, è sempre consigliato un aggiornamento. Probabile, invece, che al canale 691 quindi attualmente libero presto venga occupato da un nuovo cambio di canali a ridosso della primavera.

Leggi anche: Digitale terrestre, nasce HELP Interferenze: aiuterà i cittadini 

Tornando invece allo switch-off che, tra le altre regioni, partirà proprio dal contesto lombardo, si ricorda che è opportuno verificare già adesso se la Tv potrebbe sostenere o meno la nuova tecnologia. La premessa è che dovrebbero farlo tutti i televisori acquistati dal 2017 in poi, a meno che – ed è molto improbabile – non sia stato acquistato un vecchio modello in quell’anno.

Leggi anche: Digitale terrestre, ecco come scegliere l’antenna più adatta 

Detto questo, un controllo di sicurezza è possibile effettuarlo sui canali test 100 e 200. Se qui dovesse comparire la scritta ‘Test HEVC Main10’, significa che i vostri dispositivi sono attrezzati e non ci sarà bisogno di intervenire in nessun modo. Un tentativo parallelo è effettuabile anche semplicemente vedendo i canali HD dal 500 in poi: se questi dovessero apparire effettivamente in alta definizione, anche sarebbe una conferma positiva.

Se invece non dovessero esserci tutti questi riscontri bisognerà sostituire la Tv o più semplicemente implementarla con un nuovo decoder. Ma niente paura: il prezzo tendenzialmente oscilla tra i 25 e i 40 euro senza andare oltre quest’ultimo parametro. In ogni caso non si tratterà di una spesa particolarmente onerosa.