Il 15 maggio prossimo è il termine ultimo imposto da Facebook agli utenti Whatsapp che dovranno decidere se accettare le nuove condizioni d’uso o smettere di utilizzare l’app.

Whatsapp, arrivano nuove condizioni d'uso
Whatsapp, arrivano nuove condizioni d’uso (foto: pixabay)

Facebook ha deciso per una modifica parziale alle condizioni d’uso di Whatsapp tenendo conto dell’altissimo numero di aziende che ormai utilizzando questa app di messaggistica per comunicare con i propri clienti. L’aggiornamento riguarda l’utilizzo dei dati utente.

Leggi anche: WhatsApp, arriva una nuova funzione: si chiama Red Later

Whatsapp: cosa cambia il 15 maggio

Whatsapp, arrivano nuove condizioni d'uso
Whatsapp, arrivano nuove condizioni d’uso (foto: pixabay)

All’inizio doveva essere l’8 febbraio ma quando su Whatsapp è cominciato ad apparire un avviso che chiedeva agli utenti di accettare un cambiamento nell’utilizzo dei dati personali, molti avevano cliccato su rifiuta e iniziato a cambiare app. Facebook allora, che possiede Whatsapp, ha deciso di spostare in avanti fino al 15 maggio la data ultima perchè gli utenti accettino che i propri dati vengano usati dalle aziende contattate tramite Whatsapp anche per pubblicità proprio su Facebook.

Il cambiamento nell’utilizzo dei dati personali degli utenti permetterà così alle aziende che usano l’app per essere contattate dai clienti in caso di lamentela o informazioni di profilare i clienti e “ritrovarli” a che su Facebook. La mossa è decisamente logica e punta a integrare sempre di più Facebook e Whatsapp per le aziende.

Sulla lunga distanza, quello che si vuole fare è trasformare l’app da semplice app per i messaggi in una vera e propria piattaforma di ecommerce, visto anche l’altissimo numero di utenti nel mondo che ha già. Un domani non troppo lontano, quindi, non ci scambieremo solo foto e video ma potremo fare acquisti direttamente nei nostri negozi preferiti o fare un ordine o chiedere una consulenza.

Leggi anche: WhatsApp, come leggere i messaggi senza essere online

A discapito, è chiaro ed è quello che avverrà il 15 maggio per chi decide di aderire alle nuove condizioni d’uso, di un po’ di privacy dato che le aziende con cui decidiamo di chattare sull’app potranno poi inviare messaggi e pubblicità anche su Facebook. Per chi volesse rifiutare le nuove condizioni, l’unica alternativa è cambiare app per i messaggi o, in alternativa, accettare ma decidere da subito di non utilizzare mai il canale Whatsapp di un’azienda per comunicare con essa.