Alcuni lavoratori potranno andare in pensione solo con i contributi, per farlo bisognerà presentare la domanda entro il primo marzo.

Pensione marzo
Pixabay

Potranno fare richiesta per la pensione solo con i contributi senza il requisito anagrafico, i lavoratori precoci che hanno maturato 41 anni di contributi. Inoltre, dovranno far parte di una delle quattro tutele.

La domanda dovrà essere presentata entro il primo marzo dai lavoratori che hanno raggiunto i requisiti entro il 31 dicembre 2021. La richiesta da inviare riguarda la certificazione del diritto alla pensione. Il tutto andrà presentato entro il 1° marzo. Altrimenti, la prossima finestra è fissata al 30 novembre 2021.

Per arrivare al requisito contributivo è possibile impiegare il cumulo dei contributi. Ne sono un esempio i contributi versati in diverse casse private e ne sono escluse le casse dei professionisti.

Inoltre, è stata prevista una finestra mobile di tre mesi dal perfezionamento dei requisiti per la pensione dei lavoratori precoci. Questo vuol dire che fra il raggiungimento del diritto alla pensione alla sua decorrenza devono trascorrere tre mesi.

Leggi anche: Pensione anticipata, quali lavoratrici possono richiederla nel 2021

Pensione, presentare entro il primo marzo la domanda solo con i contributi

Pensione marzo
Pixabay

Per andare in pensione solo con i contributi, possono presentare la richiesta per la pensione solo con i contributi i lavoratori precoci che hanno maturato entro il 31 dicembre 2021 i seguenti requisiti:

  • un anno di contributi ufficiali prima del raggiungimento del diciannovesimo anno di età – considerato lavoro precoce;
  • 41 anni di contributi.

Leggi anche: Fondi pensione, rendimenti e adesioni in salita nonostante il Covid

Inoltre, devono rientrare in una di queste tutele:

  • disoccupati involontari (NASPI) da almeno tre mesi;
  • lavoratori caregives;
  • lavoratori che ricoprono mansioni gravose da almeno sei anni negli ultimi sette anni o da almeno sette anni negli ultimi dieci. Le categorie di lavoro pesante che danno diritto alla Quota 41 sono 15;
  • lavoratori invalidi con almeno il 74%.