La truffa del rimborso fiscale si presenta come una falsa comunicazione dell’Agenzia delle Entrate. Sotto attacco anche le piattaforme della didattica a distanza.

Truffa rimborso fiscale
Pixabay

Un nuovo raggiro sta minacciando le caselle di posta elettronica degli italiani. Si tratta dell’ennesima campagna di phishing organizzata dai malfattori del web  – i cosiddetti hacker.

In sostanza, il phishing gioca sull’ingenuità dei navigatori per rubare dati sensibili e denaro. Le truffe messe a segno dagli hacker sono sempre più frequenti e nella maggioranza dei casi riguardano presunte comunicazioni inviate da una banca. In questa circostanza, il mittente è l’Agenzia delle Entrate. L’email inviata dai truffatori ha come oggetto una notifica di rimborso fiscale.

Il modus operandi per compiere il raggiro resta invariato. L’email invita ill cittadino a cliccare su dei link che invece di portare al sito dell’Agenzia delle Entrate, lo portano su un sito creato ad hoc dagli hacker per rubare le informazioni sensibili della vittima.

Leggi anche: Truffa Enel, l’azienda mette in guardia gli utenti su email sospette

Truffa rimborso fiscale, non cliccare link sospetti

Truffa rimborso fiscale
Pixabay

Il punto più importante a cui bisogna prestare attenzione è che il sito a cui si è indirizzati è in tutto e per tutto uguale a quello dell’Agenzia delle Entrate. Per l’utente, quindi, è praticamente impossibile capire di trovarsi in un sito truffa dal momento che l’aspetto grafico – i colori, il logo, etc. – ricalca alla perfezione quello dell’agenzia fiscale della pubblica amministrazione italiana dipendente dal Ministero dell’economia e delle finanze.

Leggi anche: WhatsApp: sulla truffa dei codici intervengono Polizia Postale e Codacons

La comunicazione è però un falso come confermato anche dalla stessa Agenzia delle Entrate che, per la situazione, ha pubblicato un messaggio sul proprio sito. L’Ente ha consigliato ai cittadini di non cliccare sui link contenuti all’interno della email e di spostarla immediatamente nel cestino per eliminarla.