Cartelle Esattoriali, il governo si appresta a varare un nuovo scostamento di bilancio e un primo rinvio delle tasse arretrate. 

Il Consiglio dei Ministri, nonostante la crisi di governo in corso, si appresta a varare uno scostamento di bilancio per una cifra pari a 32 miliardi. Nuovi fondi che serviranno al governo per continuare a sostenere la popolazione da tutti i danni economici derivanti dall’emergenza sanitaria in cui ci troviamo.

Risorse che serviranno anche a varare una prima sospensione delle cartelle esattoriali di quest’anno. È infatti prevista una rimodulazione delle attività di riscossione da parte dell’Agenzia delle Entrate. Si tratta però al momento di una sospensione che non può di certo “togliere l’ansia” ai contribuenti in quanto queste imposte sono state al momento congelate fino alla data del 31 Gennaio. 

Leggi anche: Cartelle esattoriali, come controllare lo stato degli avvisi di pagamento

Cartelle Esattoriali, nuovo scostamento di bilancio una vittoria per i 5 Stelle

Pixabay

Il Movimento 5 Stelle parla comunque di un risultato molto importante che si è ottenuto, e che questo primo rinvio, servirà da ponte per quello successivo. Vito Crimi, attuale reggente politico del Movimento, ha dichiarato in proposito che “si era partiti da dieci miliardi e si era prima passati al doppio, ma so che i nostri ministri hanno spinto per avere il massimo ottenibile secondo quanto previsto dalle Ue. Da questo atto seguirà un decreto per dare respiro alle nostre imprese e lavoratori”. 

Leggi anche: Cartelle esattoriali, la decisione del Fisco: i dettagli

La speranza dunque è che questo scostamento di bilancio sia solo l’inizio di una serie di misure che permettano a tutte le attività commerciali, ormai arrivate allo stremo dato che le misure restrittive continuano a limitarne le aperture, di poter evitare di andare incontro al pagamento di tasse arretrate che al momento si rivelerebbero fatali per la sopravvivenza stessa dell’attività.