Pixabay

Whatsapp, molti utenti hanno iniziato a segnalare un nuovo virus utilizzato dagli hacker per rubare i dati sensibili degli utenti. 

Una nuova falla di sicurezza è stata individuata su WhatsApp, l’app di messaggistica acquistata da Facebook nel 2014 e che vanta attualmente oltre un miliardo e mezzo di utenti in tutto il mondo.

Si tratterebbe di un virus che aveva già colpito la piattaforma nel 2019, per poi essere debellato attraverso un apposito aggiornamento. E adesso molti utenti hanno iniziato a segnalare il ritorno di questo malware che da quanto si apprende, ha lo scopo di spiare le chat degli utenti.

Sembra che questa frode informatica funzioni attraverso una chiamata che viene inoltrata sulla chat dell’applicazione. Una telefonata che permette agli hacker di prendere il controllo del dispositivo della vittima, e in molti affermano oltretutto che questo possa avvenire anche nel caso in cui l’utente risponda alla chiamata. 

Leggi anche: WhatsApp, come ogni anno ritorna la solita truffa: di cosa si tratta

WhatsApp, ancora poche informazioni su questo nuovo virus

Pixabay

Si tratta comunque di informazioni abbastanza frammentarie al momento, perché non è ancora chiaro di quale tipo di virus informatico si tratta. Molte persone in ogni caso hanno segnalato che questo tentativo di rubare dati sensibili avviene anche attraverso l’invio di una foto in chat che nel momento in cui viene aperta, infetta il dispositivo del povero malcapitato.

E stando così le cose, ci sono pochi dubbi sul fatto che ci troviamo di fronte a un Trojan. 

Leggi anche: WhatsApp, nuova truffa: attenzione ai messaggi con link all’interno

Gli utenti sono dunque invitati a prestare la massima attenzione a questo genere di truffe e effettuare sempre gli aggiornamenti di sistema rilasciati dagli sviluppatori, che periodicamente apportano delle modifiche, anche per proteggere gli utenti dagli hacker.