Pixabay

Bollo Auto 2020, in una Regione si è scoperto che alcuni cittadini lo hanno pagato due volte per errore. Vediamo nel dettaglio cos’è successo. 

A causa di alcuni errori riscontrati nelle piattaforme di pagamento del Bollo Auto 2020, in Veneto è accaduto che alcuni cittadini si sono ritrovati a pagare il bollo auto due volte.

Nella regione infatti, a partire dalla data del 1 Gennaio 2020, i contribuenti sono obbligati ad utilizzare la piattaforma PagoPa, una misura che tra un paio di anni sarà estesa a tutto il territorio nazionale. Come spiegato in precedenza, è accaduto che a un certo punto alcuni cittadini si sono resi conto che avevano pagato questa tassa più di una volta, e a quel punto sono scattati i controlli da parte della Direzione Finanza e Tributi. 

Leggi anche: Imu, storica sentenza Cassazione su esenzione seconda casa

Bollo Auto 2020, partono gli avvisi per informare i contribuenti dell’errore

Pixabay

Accertata l’esistenza di queste irregolarità, la Regione Veneto ha comunicato di essersi immediatamente attivata per cercare di risolvere questo problema nel più breve tempo possibile e restituire le cifre dovute ai contribuenti.

Intanto, sono partite le prime mail da parte dell’amministrazione per informare tutti quei cittadini che fino ad adesso non si sono accorti di aver saldato il Bollo auto 2020 più di una volta.

Leggi anche: Rimborso bollo auto: ecco dove e come ottenerlo

Leggi anche: Imu, 12 mila avvisi di accertamento per dichiarazioni incomplete

Nei casi in cui la mail del contribuente risultasse errata o non più esistente, la pubblica amministrazione invierà l’avviso mediante raccomandata.