Pixabay

Il governo sta valutando di inserire una rottamazione delle cartelle esattoriale nella Legge di Bilancio 2021.

Come tende ormai ad accadere da anni, il governo sta pensando di inserire nella Legge di Bilancio 2021 una sanatoria fiscale che riguarda la rottamazione di alcune cartelle esattoriali.

Un provvedimento che risulterebbe direttamente collegato alla misura Rottamazione Ter della precedente manovra. Una nuova pace fiscale che forse oggi ha più ragioni di esistere che in anni passati. La crisi scatenata dalla pandemia di coronavirus ha infatti portato migliaia di persone a doversi confrontare con difficoltà economiche spesso drammatiche, soprattutti per tutti i piccoli imprenditori costretti alla chiusura dalle nuove misure restrittive. 

Leggi anche: Seconda Rata IMU, non è stata sospesa per tutti: chi dovrà pagarla

Tasse, il 16 Dicembre scade sospensione rate Rottamazione Ter

Pixabay

Quali siano le cartelle esattoriali che il governo intende mettere in stand by non è ancora chiaro, ma dalla giornata di domani il tema dovrebbe iniziare ad essere discusso in Parlamento. Intanto, pende sulla testa dei contribuenti la data del 16 Dicembre, giorno in cui scadrà per molte persone il termine di sospensione dei pagamenti varato con il primo lockdown.

Ma troppe persone potrebbero non riuscire a pagare le rate dovute al fisco, e non è dunque escluso che l’esecutivo guidato da Conte si mobiliti anche per prolungare ulteriormente questa sospensione. Oltretutto, potrebbe anche non trattarsi di una nuova sanatoria ma di una semplice rateizzazione dei pagamenti per tutti coloro che non riescono ad adempiere alla rate previste dalla Rottamazione Ter.

Leggi anche: Equitalia, annullamento cartelle esattoriali: parla il premier Conte

Leggi anche: Tasse, quali sono le scadenze nel mese di Dicembre