Pixabay

Droghe, aumentato il consumo dopo la fine del lockdown. Numeri preoccupanti se confrontati con quelli dello scorso anno. In aumento anche le intossicazioni. 

Nel periodo compreso tra Maggio e Ottobre del 2020, le forze dell’ordine hanno registrato 137 segnalazioni riguardanti sequestri di sostanze stupefacenti. Un dato che, se confrontato con quello scorso anno, risulta triplicato. Precisando però che durante il periodo di quarantena non si è invece verificata alcuna segnalazione.

Resta però il fatto che si tratta di un aumento da non sottovalutare per nessun motivo. L’istituto Superiore della Sanità inoltre, ha evidenziati come in Europa si sia verificata la comparsa di due nuovi cannabinoidi sintetici, denominati MDMB-4en-PINACA e 4F-MDMB-PINACA che presentano degli elevati danni di pericolo per la salute di chi li assume. Le sostanze in questione sono al momento sottoposte all’analisi dell’Expert Committee on Drug Dependence. 

Leggi anche: Inquinamento aria, morti 416 mila neonati nel 2019

Aumento consumo droghe post lockdown: il comunicato dell’ISS

Pixabay

Un altro dato molto preoccupante riguarda il numero delle intossicazioni. Il Centro Antiveleni della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia ha infatti segnalato alle autorità che si sta registrando un incremento del numero di intossicazione connesse all’utilizzo di sostanze psicoattive. Infatti, dal mese di Marzo 2020 fino ad oggi, sono stati rilevati sedici nuovi casi di intossicazioni, un numero superiore di quattro unità rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 

Il comunicato diramato dall’Istituto Superiore della Sanità è molto chiaro in merito: “Il Sistema Nazionale di Allerta Precoce già nel 2019 aveva approvvigionato tutti i centri collaborativi con un gruppo di 50 standard puri di nuove sostanze psicoattive per mettere a punto metodiche analitiche specifiche per tali sostanze. Entro quest’anno è previsto un nuovo invio di NPS, il cui traffico illecito si è rivelato in forte aumento nell’ultimo anno o per alcune che sono apparse per la prima volta all’interno dell’Unione Europea. Quest’azione dello SNAP è molto importante poiché permette a tutti i laboratori analitici delle Forze dell’Ordine, delle medicine legali e degli ospedali di poter riconoscere un’intossicazione acuta o fatale dovuta a queste sostanze.

Leggi anche: Sicurezza Alimentare, sequestrato lotto di uova contraffatte