Lo hanno chiamato Alien. Si tratta di un malware che infetta i sistemi Android prendendo possesso delle credenziali bancarie degli utenti. 

Un nuovo e pericoloso malware sta mettendo in pericolo i sistemi operativi Android. Secondo gli esperti, le prime tracce della sua comparsa risalgono a Gennaio 2020. Si tratta di un virus in grado di entrare nei conti correnti delle persone. Ad essere coinvolte e infettate dal malware sono un numero molto grande di utility Android.

La maggior parte di queste inoltre sono app che possono essere scaricate dal Play Store. Si tratta di un Malware-as-a-Service, un tipo di virus informatico a cui l’utente accede pagando un abbonamento mensile. Il suo scopo è quello di sottrarre somme di denaro attraverso qualsiasi canale disponibile. 

Leggi anche: WhatsApp, nuova funzione in arrivo: foto e messaggi che si autodistruggono

Alien, informatici al lavoro per bloccare il malware

I programmatori che stanno studiando il codice sorgente nel tentativo di fermarlo, affermano che si tratta di un virus molto pericoloso classificato ad “alto rischio”. Il malware è in grado infatti di prendere il controllo del dispositivo mobile dell’utente, riuscendo addirittura a poter rimuovere o installare l’app a suo piacimento. Nasce inizialmente come Banking Trojan ma risulta in grado di adattarsi e mutare forma a seconda del dispositivo in cui si installa. Gli sviluppatori lo hanno denominato “Alien” proprio per sottolineare la sua pericolosità. Può accedere a qualunque informazioni personale contenuta nello smartphone, dalla rubrica agli Sms fino ai codici 2FA che vengono utilizzati dagli Istituti di Credito per far entrare gli utenti nelle piattaforme bancarie. 

Leggi anche: Aziende tecnologiche si alleano contro Apple: c’è anche Spotify