Tasse, il governo sta valutando il rinvio del pagamento delle cartelle esattoriali. L’ipotesi è quella di posticiparla a dicembre.

La sospensione delle cartelle esattoriali, attualmente valida fino alla data del 15 ottobre, potrebbe essere prorogata dal governo. Si tratta di tasse che nel 90 per cento dei casi riguardano piccoli importi sotto i 5mila euro. E il 36 per cento di queste, sono cartelle esattoriale non pagate dai contribuenti. Questi i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione. E adesso sono in molti gli esponenti politici che chiedono che queste vengano rinviate ulteriormente fino alla fine dell’anno.  

Per il governo non si tratterebbe però di una misura semplice da attuare, in particolar modo per il bilancio dello Stato. Il rinvio delle cartello esattoriali è costato infatti fino a questo momento alle casse erariali circa 68,5 milioni di euro. 

Tasse: posticipati al 31 Dicembre pagamenti TOSAP e COSAP

E rinviare le tasse fino a dicembre, comporterebbe arrivare quasi a raddoppiare le risorse stanziate previste nel Decreto Agosto. Il governo però continua a lavorare a questa soluzione, e si attendono novità nei prossimi giorni. 

I pagamenti della TOSAP, Tassa per l’occupazione di spazi pubblici e la COSAP, Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche sono invece già stati posticipati al 31 Dicembre 2020 per molte attività che operano nel settore della ristorazione rimaste pesantemente danneggiate dalle conseguenze economiche del lockdown.

Leggi anche: Bonus Pubblicità, come presentare la domanda: novità per il 2020