Lavorare per Re Carlo a 70mila euro l’anno: domanda entro il 27 novembre

Lo sai che puoi davvero lavorare per Re Carlo a 70mila euro l’anno: domanda entro il 27 novembre per questa posizione aperta.

lavorare per la famiglia reale
foto Consumatore

Si parla spesso di posizioni di lavoro aperte negli ambiti più impensabili, ma diciamo la verità: questa offerta di lavoro le batte davvero tutte. Da quando è morta la Regina Elisabetta II e le redini della Corona inglese sono passate a Re Carlo III, ci sono stati diversi cambiamenti nel Regno Unito.

Anche il nuovo re, infatti, si deve riorganizzare con l’affidamento di ruoli nuovi a persone competenti. Del resto, anche i collaboratori della madre, per sopraggiunti limiti di età, sono stati costretti a lasciare il proprio lavoro e andare in pensione. Quello che forse davvero nessuno si poteva aspettare è che chiunque potesse lavorare per il nuovo re.

Come fare a lavorare per Re Carlo III: stipendio da sogno

re carlo III
screenshot video

C’è infatti una posizione aperta con uno stipendio davvero da sogno e si tratta di un lavoro a portata praticamente di tutti. Basta avere discrete capacità organizzative e di problem solving, infatti, per poter aspirare a ricoprire questa posizione lavorativa all’interno dell’establishment della famiglia reale. La domanda scade il prossimo 27 novembre.

Andiamo al sodo: Re Carlo III sta assumendo un nuovo capo della corrispondenza reale e il candidato prescelto verrà pagato fino a £ 60.000 all’anno, ovvero circa 70mila euro. Uno stipendio da sogno, equivalente a più o meno seimila euro al mese. Cosa bisogna fare nella pratica? Rispondere alle lettere della Famiglia Reale.

Leggi anche: Lo riconoscete? Oggi è un protagonista dei quiz show – VIDEO

La nuova mansione si deve svolgere all’interno dell’Ufficio della Segreteria Privata a Buckingham Palace e consiste in 37,5 ore settimanali distribuite su cinque giorni. Dov’è la fregatura, si chiederà qualcuno. Ricordate le notizie riguardanti la corrispondenza della Regina Elisabetta con personalità note, ma anche con comuni mortali, sparsi in tutto il mondo? Era tutto vero.

Leggi anche: Vasco Tour 2023: fate attenzione alle truffe dei biglietti!

I numeri erano altissimi: 200 lettere al giorno e circa 70mila all’anno. Ebbene sì, la storia si sta ripetendo e anche il re, la regina consorte e il principe e la principessa del Galles ricevono tutti un “alto volume” di lettere dal pubblico. Per cui, chi ricopre questa mansione è tenuto a filtrare e smistare la posta, ma non sono concessi errori: guai a cestinare la corrispondenza di qualche Capo di Stato.