Riscaldare casa senza termosifoni: alternative economiche

Il rincaro delle bollette sta portando sempre più italiani a scegliere alternative ai termosifoni per riscaldare casa

termosifoni
termosifoni (foto Adobe)

L’autunno è appena iniziato e tra poco le temperature inizieranno a scendere fino a raggiungere livelli rigidi con l’arrivo dell’inverno. Quello che ci aspetta sarà un inverno davvero difficile dal momento che gli italiani dovranno fronteggiare il caro bollette e l’aumento delle materie prime di gas ed elettricità.

Se fino ad ora con il periodo estivo le bollette sono state contenute, l’inverno porterà invece ad accendere i riscaldamenti, a fare bagni o docce calde, e a cercare in tutti i modi di riscaldare casa. Inevitabilmente le bollette aumenteranno anche di molto. Secondo Altroconsumo potrebbero crescere almeno del 75% nel 2023. Come fare allora per riscaldare casa senza avere costi in bolletta esagerati?

Riscaldare casa senza termosifoni: le alternative

stufa a pellet
stufa a pellet (Foto Adobe)

Per riscaldare casa nei mesi invernali ci sono i termosifoni: questi sono infatti onnipresenti in tutte le case ma dati gli aumenti del gas sarebbe meglio non abusare del loro funzionamento. Il Governo è intervenuto sulla questione e, con apposito Dl propone di abbassare il riscaldamento che non dovrebbe superare i 19 °C. Si disporrebbe altresì lo spegnimento anticipato delle caldaie, in particolare quelle pubbliche.

Leggi anche: Perché sta aumentando anche il prezzo del pellet: cosa succede

Per quanto riguarda i singoli italiani come bisogna fare per riscaldare casa senza gas e termosifoni? Ecco qualche metodo alternativo che non peserà troppo sui portafogli degli italiani. Se la casa che possediamo non è molto grande allora possiamo acquistare una caldaia elettrica che, di fatto, funziona come un boiler elettrico.

Leggi anche: Bollette, per le imprese arriva la beffa‎: cosa succede

Le resistenze di cui dispone scaldano l’acqua presente nel circuito di riscaldamento, ma a  differenza di una caldaia standard non avverrebbe la combustione, per cui i fumi di scarico sarebbero assenti. Proprio per questo motivo che le stufe elettriche stanno diffondendosi sempre di più nelle case degli italiani.

Un’altra opzione per riscaldare casa sono le caldaie a biomassa: qui l’acqua si scalda tramite combustibili organici come legna e pellet. In questo modo si sfrutta l’energia rinnovabile con un buon risparmio rispetto a una caldaia a condensazione. Ci sono infine le stufe a pellet canalizzanti: qui la combustione crea aria calda che si diffonde per l’abitazione tramite una ventola e dei tubi.