In quali casi si perdono i soldi dalla Postepay

Ecco quali circostanze potrebbero impegnare i possessori della carta ricaricabile di Poste Italiane nel recupero del credito. I dettagli

In quali casi si perdono i soldi dalla Postepay
PostePay (Foto Adobe)

Le ultime generazioni di utenti non hanno conosciuto un portafogli diverso da quello che si presenta attualmente: troviamo sempre meno denaro contante, si trasporta con sé meno carta moneta, ma per converso siamo letteralmente pieni di carte magnetiche. Ci riferiamo ovviamente alle carte relative al credito: pertanto, la carta legata al conto corrente (la carta bancomat), la carta di credito e la diffusissima carta ricaricabile. 

Quando parliamo di ricaricabile, carta proposta oramai da qualunque istituto di credito, non può non venire in mente la prima tessera magnetica di questo tipo: la carta PostePay, emessa da Poste Italiane. In poco tempo, i potenziali clienti sono diventati concreti, avendo immediatamente intuito le peculiarità e i vantaggi. In primis, la facilità di utilizzo e le bassissime spese di gestione e di canone l’hanno istantaneamente resa attraente.

Postepay, come recuperare i soldi smarriti

In quali casi si perdono i soldi dalla Postepay
PostePay (Foto Poste Italiane)

Apprezzata da un’ampia platea di clienti, non solo di Poste Italiane: dai giovanissimi e dai loro genitori (che ne monitorano facilmente le uscite); da coloro che cercavano un’alternativa in più, oltre gli strumenti legati al conto corrente; da quelli che semplicemente non hanno aperto un conto corrente ma hanno lo stesso l’esigenza di un deposito, a ridotti costi di mantenimento.

Leggi anche: Postepay, chi può ritrovarsi un premio di oltre 2.000 euro

Il passaggio alla PostePay Evolution ha consentito non solo di “ricaricare” all’occorrenza la carta, ma grazie all’iban associato di poter effettuare bonifici, ricevere versamenti, accogliere o inviare la ricarica del credito tramite un’altra PostePay. Infine, di prelevare dallo sportello ATM Postamat. Qualora di decidesse di disattivare la tessera, non c’è. problema: il credito residuo viene restituito presso lo sportello dell’ufficio direttamente in contanti.

Leggi anche: Bancomat regala soldi gratis: quando può accadere

Insomma, è davvero difficile perdere soldi con la carta PostePay, a meno che non li smarriamo: o meglio, che la carta venga persa, o sottratta insieme al portafoglio; ancor peggio se col pin a portata di mano. In caso di truffa, il malvivente non ci metterà molto a svuotare la piccola o grande giacenza. Altrimenti, potremo fare in tempo a richiedere il blocco temporaneo della carta chiamando al numero 800.00.33.22 e sporgendo una denuncia alle Autorità. Quest’ultima sarà necessaria per confermare il congelamento del credito e richiedere alle Poste una tessera sostitutiva, oppure per ricevere il rimborso dei soldi.