Stangata bollette: ecco gli elettrodomestici che consumano di più

Il caro bollette rende gli italiani più prudenti sull’utilizzo degli elettrodomestici casalinghi. Quali a sorpresa consumano di più

bollette elettrodomestici consumano di più
Bollette (Foto Pixabay)

Le bollette mensili o bimestrali sono un’uscita che incide non poco nell’economia familiare. Specialmente se si parla di famiglie a reddito basso e medio-basso. Per cui, dall’inizio dell’anno, la notizia del caro energia ha gettato molti italiani nello sconforto, e nel timore di avere un ulteriore impedimento nel risollevarsi economicamente. I consumi di gas sono derivati principalmente dall’utilizzo della cucina – per chi non ha l’induzione – dell’acqua calda e dei riscaldamenti.

Mentre invece la corrente elettrica viene consumata copiosamente da tutti gli elettrodomestici ed apparecchi elettrici domestici. Un buon suggerimento è di evitare di lasciare apparecchi come televisore in stand by 24h. Anche se poco, lo stand by consuma qualcosa, che a fine anno conterà non poco sulle bollette.

Bollette, gli elettrodomestici che consumano di più: a sorpresa

bollette elettrodomestici consumano di più
Bollette (Foto Pixabay)

Nonostante esistano molti luoghi comuni sui consumi che sono confermati dalla prassi, altri invece sono smentiti. Ad esempio, il condizionatore, che viene considerato l’elettrodomestico che consuma di più in casa, non si trova in cima alla classifica stilata da Selectra. Nonostante ciò, si raccomanda sempre un uso moderato del condizionatore. I consumi effettivi ci sono, ed inoltre ha un forte impatto ambientale.

Leggi anche: Bonus bollette, verso l’aumento del tetto Isee

In testa alla cassifica dei consumi si trova la stufetta elettrica, che consuma 2 kilowattora. A seguire:

  • al secondo posto troviamo il bollitore elettrico e il phon, che consumano  1,6 kilowattora;
  • al terzo posto si è posizionata la friggitrice ad aria, cui consumi si aggirano intorno ai 1,5 kilowattora.

Leggi anche: Bollette, conviene la formula col prezzo bloccato?

Tra gli elettrodomestici che consumano di meno c’è il ferro da stiro, il forno elettrico e l’aspirapolvere. Ancora meno consumano lavatrice e lavastoviglie. Ovviamente i consumi dipendono anche da altri fattori. In prima battuta dalla classe energetica e dall’usura. Più la classe energetica è alta e più si fa un favore all’ambiente ed al portafogli. L’Agenzia delle Entrate, in concomitanza ad una ristrutturazione, prevede delle detrazioni per l’acquisto degli elettrodomestici di classe energetica alta.