Pollo, ecco in quali supermercati comprarlo: superato test igiene

Un recente test rivela inaspettati dati sul pollo venduto nei supermercati, questi i più virtuosi dove poter essere tranquilli nell’acquisto

In quali supermercati acquistare il pollo
Acquisto pollo supermercato (Foto Adobe)

Acquistare il pollo può generare sempre un po’ di apprensione, sapendo che potrebbero esserci dei rischi se la qualità della carne non fosse buona. Le conseguenze per la salute potrebbero essere dannose e per questo si tenta sempre di trovare un buon rivenditore di fiducia al quale affidarsi, in particolar modo nel caso in cui non si è degli esperti.

Purtroppo gli allevamenti non sempre sono un posto salutare e unito ad alcuni trattamenti ormonali ai quali ancora ad oggi vengono sottoposti gli animali, fa si che si possano sviluppare agenti patogeni all’interno della carne di pollo. Questa stessa carne poi sarà l’alimento che gli italiani ritroveranno sulle proprie tavole.

Pollo, i migliori supermercati dove acquistarlo

Supermercati dove acquistare il pollo
Pollo (Foto Adobe)

Prima Salvagente, poi Altroconsumo hanno effettuato alcuni test su campioni di alimenti a base di pollo acquistati in vari punti vendita. Altroconsumo ha acquistato dai discount, mercati, macellerie e supermercati di Roma e Milano, 40 prodotti sia confezionati che sfusi e i laboratori hanno cercato la presenza di microrganismi e batteri all’interno del pollo.

In particolar modo si sono concentrati su l’eventuale presenza di Staphilococchi coagulasi-positivi, Escherichia coli, Listeria, Enterobatteriacee,  Campylobacter e Salmonella infantis. Purtroppo i risultati non sono stati così soddisfacenti. Infatti in metà degli alimenti si sono trovate tracce di Campylobacter e Salmonella infantis. Da parte di Altroconsumo si è tenuto a riportare che “microrganismi tollerati dalla legge, ma che comunque non dovrebbero essere presenti nel nostro cibo, perché potenzialmente pericolosi per la salute“.

Inoltre ha anche spiegato come questo possa essere possibile: “La contaminazione può avvenire lungo tutta la filiera, dall’allevamento alla macellazione […], dalla lavorazione al trasporto” specificando che “dipende anche dalla temperatura di conservazione e dai tempi di giacenza sugli scaffali“.

Leggi anche: Allarme clienti Postepay: molti stanno ricevendo quest’avviso

La pericolosità della presenza di questi batteri è rappresentata dal fatto che siano agenti patogeni, quindi sono potenzialmente dannosi per la salute dell’uomo. I sintomi che si possono manifestare sono febbre, diarrea e nausea. Inoltre la Salmonella è un batterio che è estremamente resistente agli antibiotici.

Ci sono stati però dei prodotti che hanno superato egregiamente i test e sono:

  • Petto di pollo a fette Alemas
  • Filettini di pollo fqc Carrefour
  • Petto di pollo a fette Coop Viverde biologico
  • Sottilissime di filetti di pollo Aia
  • Petto di pollo a fette biologico Fileni Bio
  • Filetto di pollo a fette (Todis)
  • Pollo petto a fette Pewex
  • Petto di pollo a fette sottili Fileni Veline
  • Petto di pollo a fette bio Carrefour Bio
  • Petto di pollo a fette Coop Orgine
  • Petto di pollo a fette sfuso Mercato Metronio Magna Grecia
  • Petto di pollo a fette sfuso Mercato Latino
  • Petto di pollo a fette sfuso Macelleria Palmieri Orlando

Leggi anche: Caos Ryanair, altro sciopero in arrivo: la data da segnare

E’ importante specificare che i dati riguardano i prodotti acquistati nella specifica località e nel determinato punto vendita, quindi non è detto che lo stesso prodotto acquistato altrove possa non essere contaminato. Per potersi proteggere comunque sarà fondamentale lavare bene utensili e mani dopo aver toccato la carne e cuocere attentamente il pollo.