Beffa digitale terrestre: anche questo può fare interferenza in casa

Se il segnale del digitale terrestre che arriva nella vostra casa non è ottimale e vi sta facendo impazzire la colpa potrebbe essere di un altro apparecchio che, ormai tutti abbiamo in casa. Ma la soluzione c’è

Digitale terrestre
Digitale terrestre (foto Pixabay)

I problemi della nuova tv digitale proseguono e per alcuni utenti in particolare sembra non esserci modo di tornare a guardare i programmi in chiaro senza doversi dotare di costosi sistemi satellitari o eseguire lavori imponenti.

Eppure, a volte, il problema che vi impedisce di tornare a seguire i vostri programmi preferiti è più piccolo di quello che pensate. Perchè potrebbe non essere colpa di un ripetitore spostato e prima di passare a spese più costose, c’è un accessorio che potete acquistare con pochi euro e che potrebbe essere la vera soluzione a ogni vostro problema di interferenza.

Digitale terrestre, e se fosse tutta colpa vostra?

Digitale terrestre
Digitale terrestre (foto Pixabay)

Abbiamo imparato nei mesi passati che uno dei due motivi per cui ci siamo tutti imbarcati nella rivoluzione del digitale terrestre era quello di lasciare banda libera allo sviluppo del 5G. Una tecnologia che permette di trasmettere i segnali dei telefonini in modo più efficiente e anche con un minor consumo di energia.

Leggi anche: DAZN: se ti capita questo avrai diritto a un rimborso

Ma per fare ciò le emittenti hanno dovuto stringersi un po’ e occupare la banda sotto i 700 MHz in cui però viaggiano comunque anche le altre bande telefoniche, come il 4G, che si trovano proprio nella zona di confine sopra e sotto i 700 MHZ. E questa vicinanza potrebbe essere la causa dei canali che sono spariti: una interferenza tra segnali che l’antenna non riesce a filtrare.

Leggi anche: Digitale terrestre, nuovo bonus da 50 euro: chi può ottenerlo

Prima di passare al satellitare o chiamare il tecnico, quello che potete fare è acquistare quindi un filtro da installare tra gli apparecchi e l’antenna. Una soluzione che si rivela particolarmente utile se l’impianto non è dei più moderni e magari proprio l’antenna non è in grado di gestire i segnali come dovrebbe.

L’installazione di un filtro amplificatore impedisce alla banda LTE, quindi al 4G, di insinuarsi tra i segnali radiotelevisivi e andare a rovinarvi la visione dei vostri programmi preferiti. In commercio se ne trovano di diversi tipi ma il prezzo medio è di circa 20 euro: molto meno di una antenna nuova e di un nuovo decoder (che potrebbe anche rivelarsi inutile).