Allarme Bancomat, non eroga soldi nel fine settimana

Arriva il weedend, ma la frenesia dello shopping viene accompagnata dallo sportello del bancomat fuori uso. Ecco dove succede

Allarme Bancomat, non eroga soldi nel fine settimana
Sportello automatico ATM per prelevamento bancomat (Foto Adobe)

Il bancomat è una realtà che appartiene a tutti. Ogni titolare di un conto corrente, bancario o postale, possiede la carta magnetica associata che gli consente di poter operare, entro i limiti delle possibilità, in maniera autonomia e con facilità. In un certo senso, la carta bancomat rappresenta un secondo portafoglio a nostra disposizione, pronto all’uso nei negozi o in caso di necessità di contanti.

Ciò che lo rende un servizio particolarmente agile è rappresentato dall’utilizzo interbancario della carta, ovvero sia, quando abbiamo bisogno di cash possiamo prelevare presso lo sportello automatico ATM più vicino, appartenente anche a un’altra banca, non necessariamente all’istituto che ci ha rilasciato la tessera. Possiamo dunque uscire da casa con la massima tranquillità, forti della capillare presenza della rete di sportelli automatici.

Allarme Bancomat, aumentano i guasti presso gli sportelli automatici

Allarme Bancomat, non eroga soldi nel fine settimana
Sportello automatico ATM per prelevamento bancomat (Foto Adobe)

Sovente, nel dubbio di conoscere la giacenza del proprio conto, precedendo un’eventuale spesa importante ed economicamente sostanziosa, il passaggio allo sportello consente la consueta “strisciata” dei movimenti personali, oppure direttamente il saldo. Ma è nel permetterci di non tenere un’eccessiva scorta di contanti in casa o semplicemente nelle nostre tasche, che la card offre il suo reale sostegno.

Leggi anche: Bancomat, trova soldi nella macchinetta: si mette alla ricerca del proprietario

Con il rafforzamento delle norme che limitano ulteriormente l’uso del contante per i pagamenti, nonché l’obbligo di possedere l’apparecchio Pos a carico delle attività commerciali, il cittadino viene incentivato a saldare i suoi acquisti con il pagamento tracciato, motivo di trasparenza e garanzia degli esercizi di vendita al dettaglio nei confronti dei loro clienti. Comunque, entro i limiti di importo stabiliti dalla legge, il contante è tutt’ora consentito e quando occorre, basta recarsi allo sportello.

Leggi anche: Bancomat, dal 1° luglio diventa obbligatorio: fai attenzione

Pensiamo nel periodo natalizio, dove gli acquisti per i regali impazzano, o semplicemente nella concentrazione delle spese nel fine settimana. In queste occasioni, gli ATM lavorano a pieno regime, e il contante prelevato ci invita a dirigerci verso importi meno spropositati. Insomma, è del tutto normale, specialmente se pensiamo in una città a vocazione turistica. Ma sempre più a macchia di leopardo vengono denunciati i presunti “disservizi” che puntualmente si palesano nelle giornate del weekend. Come ad esempio nella frazione di Tagliata, provincia di Ravenna, dove da tempo gruppi di residenti e operatori turistici segnalano i continui guasti all’unico erogatore installato nella zona costringendo i turisti che si accalcano nei weekend appunto, a restare senza banconote.