Canone Rai: in questo caso paghi meno di 50 euro

In molti amano guardare la Tv e per farlo si deve pagare il canone Rai, in questo caso potrà essere meno di 50€

Logo Rai (Dal Sito Ufficiale)
Logo Rai (Dal Sito Ufficiale)

La maggior parte degli italiani possiede in casa un televisore. Momento di svago e di relax per molti, si attende con trepidante attesa il momento tanto desiderato per potersi mettere comodi sul divano a poter guardare i programmi preferiti. Che siano di cucina, giochi televisivi, sport o film, poco importa rimane sempre tra i momenti che più vengono adorati.

Un piccolo “problema” non amato proprio da tutti, è il pagamento del canone Rai, che per quanto non sia ben visto resta comunque una tassa da dover pagare. Ci sono però dei casi nei quali è possibile essere esonerati completamente o per lo meno pagare una cifra minore rispetto al normale.

Quando si può pagare meno di 50 euro il canone Rai

Guardare tv (Foto Pixabay)
Guardare tv (Foto Pixabay)

L’importo del canone Rai è pari a 90 euro all’anno. Dal 2016, Renzi ha fatto si che venisse incorporato in bolletta, così da poter evitare che qualcuno potesse non pagarlo. Così invece che 113 euro l’importo è sceso a 90 euro, venendo suddiviso in dieci rate mensili per 9 euro, aggiunte appunto al totale della bolletta per la fornitura elettrica.

Ovviamente c’è un caso nel quale il canone può non essere pagato ovvero quando non si possiede il televisore in casa. Questo andrà dichiarato tramite una dichiarazione sostituiva di non detenzione all’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate: in questo caso devi restituire i soldi

Il modulo deve essere inviato entro il 31 gennaio dell’anno nel quale si richiede l’esenzione, così da poterla ottenere completa e non dover versare alcuna tassa. Ma ci sono casi nei quali si presenta in ritardo la dichiarazione.

Nell’eventualità (prendendo come esempio l’esonero per l’anno 2022) nella quale la richiesta venga presentata dal 30 giugno 2022 al 31 gennaio 2023, il canone Rai 2022 dovrà essere pagato per intero e si risulterà esenti per l’anno 2023.

Leggi anche: Addio canone Rai, arriva la richiesta ufficiale

Nel caso in cui la dichiarazione venga presenta tra il 1 febbraio 2022 e il 30 giugno 2022, si sarà esenti solo parzialmente, quindi si dovrà pagare solo metà importo ovvero per 6 mesi. La cifra è di 45 euro.

Importante è sottolineare il fatto che la richiesta di esonero deve essere presentata ogni anno, non si rinnova automaticamente. Quindi se per dimenticanza non venga di nuovo inviata nell’anno di riferimento si avrà di nuovo l’importo del canone Rai addebitato in bolletta come da prassi.