Condizionatori: pericolo per la salute con questo errore

I condizionatori sono fondamentali per molti durante i periodo estivo, ma bisogna prestare attenzione ai pericoli

Pericolo condizionatori (Foto Adobe)
Pericolo condizionatori (Foto Adobe)

Presenti nelle case di molti in tutto il mondo, i condizionatori sono dei veri salvavita contro l’eccessivo caldo estivo. Le temperature ogni anno sono sempre più elevate e resistere risulta un’ardua impresa. Per questo ci si affida a questi macchinari, che rinfrescano l’aria e permetto di riposare tranquillamente.

Importantissima la loro manutenzione e farla nel modo corretto affidandosi a professionisti, fa si che non si incomba in spiacevoli conseguenze che potrebbero essere dannose per la salute. Tra i componenti fondamentali da controllare, indubbiamente il gas. Quando il condizionatore non rinfresca più l’aria significa che qualcosa non va e il cambio non deve essere fatto utilizzando metodi “fai da te”, i rischi sono seri.

Condizionatori: perché la ricarica del gas “fai da te” è pericolosa

Intervento manutenzione condizionatore (Foto Adobe)
Intervento manutenzione condizionatore (Foto Adobe)

Il gas all’interno del condizionatore è importante per far si che possa generare l’aria calda o fredda a seconda dell’impostazione che scegliamo. Importante utilizzare gas refrigeranti che siano sì efficienti, ma anche non dannosi per l’ambiente e fortunatamente in commercio ce ne sono tanti molto validi.

Il gas che ad oggi è il “migliore” unendo utilizzo e salvaguardia dell’ambiente è il gas R32. Al contrario, in Europa, è stato vietato l’utilizzo della ricarica gas R22, proprio per l’ambiente, in quanto era troppo dannoso. Riguardo al quando effettuare la ricarica, non c’è una tempistica precisa. Generalmente, quando il condizionatore non rinfresca più l’aria probabilmente dipende dall’assenza di gas. Questo però in teoria non dovrebbe esaurirsi, quindi bisogna fare attenzione non ci sia una perdita.

Leggi anche: Condizionatori casa, questa cosa è vietata: si rischia grosso

Importante fare una periodica manutenzione, perché in caso di perdite, la legge obbliga a dover risolvere il problema, quindi non si potrà far finta di nulla. Il tecnico non impiegherà molto tempo, massimo una mezz’oretta.

Fondamentale è affidarsi ad esperti che a loro volta avranno dovuto superare un esame sia di teoria che di pratica per poter avere il “patentino del frigorista”. Essendo un lavoro che non tutti possono fare, viene da se capire l’importanza della sostituzione nel modo corretto e che potrebbero esserci spiacevoli conseguenze nel caso contrario.

Leggi anche: Stretta condizionatori, è legge: non si potrà più fare

Vietato severamente effettuare una ricarica del gas “fai da te”. Oltre che a multe e all’inquinamento che si potrebbe provocare, è anche molto pericoloso. L’inalazione di queste sostanze è altamente nociva per la salute. Per questo fare attenzione e affidarsi ad esperti è la miglior soluzione.