Esenzioni canone Rai, valgono anche per la seconda casa?

Sappiamo che il canone Rai o canone TV è obbligatorio tranne in alcuni casi specifici ma dato che molti italiani possiedono una seconda casa vediamo se questa tassa va pagata una seconda volta

Canone Rai
Canone Rai (Foto Adobe)

Sulla seconda casa gravano ovviamente diverse tasse e imposte. Per una seconda casa per esempio occorre pagare le utenze e la tassa sui rifiuti. Viene quindi da chiedersi se risulti obbligatorio anche il pagamento del canone Rai.

Per rispondere al dubbio riguardo il pagamento o meno di un secondo canone Rai perché si possiede una seconda casa in cui è attiva una utenza elettrica e magari si possiede anche uno schermo TV, abbiamo interpellato Agenzia Delle Entrate andando ad esaminare la pagina creata appositamente per chiarire qualunque questione riguardo il pagamento di questa tassa.

Canone Rai, cosa fare se si possiede una seconda casa

Canone Rai
Canone Rai (Foto Adobe)

Sono moltissimi gli italiani che oltre alla propria casa di residenza possiedono anche un secondo immobile. Che sia stato ereditato da qualche parente o che sia stato acquistato per poter avere un luogo in cui fuggire senza doversi preoccupare di prenotazioni o altro, la seconda casa è un piccolo grande lusso per moltissimi cittadini. E in molte di queste seconde case si trovano anche delle TV. Perché, a prescindere dal trovarsi al mare, in montagna o in collina, può capitare una giornata di tempo cattivo o di non avere voglia di uscire e di voler magari passare una serata a guardare qualcosa in TV.

Leggi anche: Conto corrente, chiusura forzata: quando può scattare

Per poter guardare la TV, ma anche per poter fare moltissime altre cose, è chiaro che in queste seconde case deve essere anche attiva una utenza elettrica. Sappiamo che il canone Rai viene addebitato in automatico proprio sulla bolletta dell’energia elettrica e quindi sorge la domanda se anche per le utenze domestiche denominate non residenziali sia necessario il pagamento del canone. La risposta data da Agenzia delle Entrate a questa domanda è: no. Come si legge nelle FAQ, il canone viene addebitato una sola volta per ogni contribuente e riguarda soltanto l’utenza elettrica domestica residente.

Leggi anche: Bollo auto, scattano i controlli su queste auto: chi rischia

Quindi, a meno che non decidiate di trasferirvi nella vostra seconda casa, che a questo. punto diventa prima casa, non siete tenuti a pagare il canone per la vostra seconda casa e potete chiedere quindi l’esenzione inviando una dichiarazione sostitutiva Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui vi sia stato addebitato il canone TV invece, potete chiedere un rimborso.