Bancomat, quando possono scattare gli aumenti: la novità

L’aumento delle commissioni è stato proposto dagli istituti bancari. C’è una novità per quanto riguarda la data

Bancomat commissione prelievo
Bancomat (Foto Adobe)

Sono attese novità in vista per quanto riguarda la circolazione del denaro. I cambiamenti già in atto ma in maniera lenta e graduale del mondo finanziario e delle banche hanno avuto una spinta negli ultimi due anni. La pandemia ha influito sulla tempistica invitando il mondo bancario ad accelerare i processi in corso.

La direzione intrapresa dal mondo finanziario è quella dell’addio graduale al contante e del potenziamento delle banche online. La chiusura delle filiali e dei relativi sportelli bancomat sono il chiaro segnale della direzione intrapresa. A dare man forte a questa linea tracciata è anche l’aumento in vista per quanto riguarda le commissioni. Tutte le strade portano ad un lento abbandono del contante.

Bancomat, quando possono aumentare le commissioni

Bancomat
Bancomat (Foto Adobe)

Infatti, la società che gestisce gli sportelli di prelievo del contante, Bancomat Spa, i cui azionisti sono i principali istituti di credito, ha già presentato la proposta di aumento delle commissioni per i prelievi effettuati presso istituti di credito diversi da quelli della propria banca. Questo vuol dire che coloro che prelevano presso sportelli bancomat di altri istituti pagheranno la commissione sempre e questa sarà anche aumentata rispetto alle tariffe attuali.

Leggi anche: Bollo auto: come verificare se i pagamenti sono in regola

Ciò è stato motivato dal fatto che questi prelievi hanno un costo per le banche. Ora, però, va sottolineato che gli istituti di credito non possono decidere da soli. E’ necessaria l’approvazione dell’Antitrust, l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato. Spetta a questo organo di tutela del mercato valutare la proposta di aumento delle commissioni presentata.

Leggi anche: Bonifico istantaneo pericoloso: cosa molti non sanno

La decisione era stata programmata per lo scorso 29 aprile. Tuttavia, l’Autorità ha deciso di rimandare ogni decisione al 31 ottobre. La certezza, quindi, è che non ci saranno aumenti delle commissioni almeno fino a questa data. Tuttavia, è opportuno tenere presente cosa potrebbe cambiare per evitare sorprese sul proprio conto.

Le operazioni al bancomat, infatti, rientrano in quelle attività che i ritmi frenetici dei tempi di oggi impongono. Spesso, però, si diventa quasi vittime di questa frenesia che può giocare brutti scherzi perché determinate azioni vengono effettuato quasi in automatico. Pertanto, è opportuno tenere già in mente che qualcosa potrebbe cambiare non a stretto giro, ma nemmeno tra non molto.