Libretto postale, quali limili e vantaggi per la fascia 14-18?

Aprire un libretto postale per un figlio o un nipote è una pratica molto diffusa. Poste Italiane ha ideato però tre fasce di libretti, ecco cosa dovete sapere il giovani risparmiatore si avvicina ai 18 anni

Libretti Poste
Libretto Poste italiane (Da Youtube)

Poste Italiane ha modificato negl ianni la sua offerta per quello che riguarda i libretti postali destinati ai minori, che per molti genitori e nonni sono un modo per fare un regalo e allo stesso tempo insegnare i più piccoli il valore del risparmio e le buone pratiche bancarie.

Se volete aprire un libretto per un minore dovete però tenere conto delle tre fasce in cui è stato suddiviso il servizio: una prima fascia va da zero a 12 anni, la seconda fascia va da 12 a 14 anni e la terza fascia copre dai 14 ai 18 anni. L’ultima fascia è quindi quella che poi trasformerà il libretto postale per i minori in un libretto per adulti.

Libretto postale fascia 14 18 anni, risparmiatori quasi autonomi

Foto: screenshot sito poste italiane

Il libretto postale per i minori è ovviamente un servizio che deve permettere ai piccoli risparmiatori di cominciare a prendere familiarità con i servizi postali e bancari e imparare a responsabilizzarsi. Per questo motivo, per esempio, nella fascia denominata Io cresco, che è quella da zero a 12 anni, non è possibile per il piccolo risparmiatore effettuare nessuna operazione sul conto che viene gestito dall’adulto che lo ha aperto a suo nome.

Leggi anche: Postepay, torna il cashback: ecco fino a quando

Nel momento in cui il risparmiatore compie 12 anni, invece, il tutore o il genitore che ha aperto il conto può richiedere la carta IO, che intestata al minore e con cui è possibile iniziare a prelevcare piccole somme ai ATM. Fino a 14 anni il limite di prelievo è fissato in 250 euro mensili con un tetto giornaliero di 30 euro. E nel momento in cui il minore compie 14 anni, questo limite cambia.

Leggi anche: Libretti Poste: come recuperare i soldi prima della chiusura

La terza fascia del libretto postale, che è denominata Io capisco, è infatti destinata ai risparmiatori fino a 18 anni e tiene ovviamente conto delle possibili spese che i ragazzi e le ragazze potrebbero voler fare. Il limite di prelievo sale a 50 euro giornalieri e a 500 euro mensili, per poter loro insegnare a risparmiare. La carta IO serve per versamenti e prelievi presso gli uffici postali e gli ATM di Poste Italiane.