Reddito di cittadinanza, cambia il giorno della ricarica a maggio

I percettori della misura di sostegno alla lotta alla povertà attendono il pagamento del mese di maggio: la novità

Reddito di cittadinanza (Foto Pexels)

I percettori del reddito di cittadinanza attendono di conoscere la data di pagamento del mese di maggio. Si tratta della misura di sostegno di contrasto alla lotta alla povertà. La misura è in vigore dal 2019. Essa prevede un’erogazione che corrisponde alla soglia di povertà stabilita dalle istituzioni europee.

Si tratta di 780 euro limite al di sotto del quale, secondo l’Unione europea, si vive in stato di povertà. In realtà l’erogazione prevede 500 euro per la singola persona più 280 euro in caso di presenza di un contratto di affitto dell’abitazione principale. La somma viene erogata su una apposita carta di pagamento con la quale è possibile effettuare soltanto determinati acquisti come farmaci, alimenti, utenze.

Reddito di cittadinanza, la data di maggio

Reddito di cittadinanza date ricarica maggio
Reddito di cittadinanza (Foto Pixabay)

Per quanto riguarda i pagamenti, solitamente il reddito di cittadinanza prevede due finestre mensili a seconda della categoria del percettore del beneficio. Una finestra riguarda coloro che ricevono per la prima volta il reddito oppure dei beneficiari che attendono il rinnovo o anche gli arretrati. Solitamente per costoro il pagamento arriva dal 15 del mese.

Leggi anche: Busta paga, arriveranno oltre 2.000€ di arretrati a questi lavoratori

Per questi percettori il mese di maggio sarà pagato in anticipo di due giorni. Infatti, il giorno 15 del mese di maggio cade di domenica. In questi casi, i pagamenti vengono spesso anticipati al venerdì 13 maggio. Potrebbe anche accadere che per qualcuno l’erogazione arrivi lunedì 16 maggio ma, solitamente, per gran parte dei percettori è previsto l’anticipo di due giorni in presenza delle festività.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, i requisiti per poterlo ottenere

Non cambia nulla, invece, per coloro che appartengono all’altro gruppo di beneficiari del reddito di cittadinanza. Si tratta dei percettori ordinari che ricevono la ricarica sull’apposita carta di pagamento a partire dal giorno 27 di ogni mese. Per quanto riguarda la categoria di beneficiari che attendono il rinnovo, si tratta di percettori che hanno ricevuto il reddito già per 18 mesi consecutivi.

Va ricordato che i beneficiari del reddito di cittadinanza devono dare immediata disponibilità al lavoro e aderire ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale. Alcuni comuni, ma sono ancora pochi, offrono ai percettori servizi per le comunità locali.