Ritorno Cashback nel 2022? Arriva la decisione ufficiale

Il 2022 si apre con una decisione definitiva sulle sorti del Cashback. La Legge Bilancio 2022 comprende questa misura?

cashback
(pixabay)

Il Cashback è una misura cashless governativa che a differenza della Lotteria degli Scontrini è stata accolta con molto successo dagli italiani. I primi passi sono stati fatti nell’autunno 2020, con una prima tranche trimestrale. Dato il successo dell’iniziativa, il precedente Governo aveva deciso di promuoverlo per un ulteriore anno intero. Ma a metà corsa il percorso del Cashback è stato interrotto.

A giugno 2021 è stato dato lo stop al Cashback per le troppe divergenze parlamentari. Con il nuovo Governo si è deciso di sospendere a tempo indeterminato questa misura di incentivo ai pagamenti elettronici. Infatti, pur se la sperimentazione è durata solo 9 mesi in totale, le abitudini degli italiani sui pagamenti sono mutate in favore della moneta elettronica. Questo è un merito del Cashback che è stato portato avanti anche dopo lo stop.

In più, grazie ad esso, milioni di italiani si sono provvisti di strumenti digitali ormai fondamentali per diagolare con la Pubblica Amministrazione, quali lo Spid, essenziale per l’accesso a tutti i portali pubblici, e la App “Io”, utile per semplificare i pagamenti e, ad esempio, ricevere documenti importanti in tempo reale quali il Green Pass.

Cashback, che fine farà nel 2022?

pos bancomat
Pagamento con carta (Foto Adobe)

Il Governo ha deciso. Nella Legge Bilancio 2022 non ci sarà il Cashback. Quindi l’addio alla misura di rimborso sugli acquisti elettronici è diventata ufficiale. A mettere nero su bianco la fine di questa iniziativa ci hanno pensato i commi da 637 a 644 dell’articolo unico della legge n. 234/2021, che contengono l’abrogazione di tutte le iniziative connesse con il cashback.

Leggi anche: Imu, fino a 2 anni di agevolazioni per questi proprietari

Leggi anche: “Prelievo non disponibile”. Bancomat, può nascondersi una terribile notizia

Il motivo? Troppo costoso. A conti fatti non si è riusciti ad incrociare i dati sul costo del Cashback ed il ritorno reale in termini di minor evasione fiscale, per cui è stato depennato dalle misure pubbliche. Ma in qualche modo ne resta traccia negli esercizi commerciali, che ormai si sono tutti dotati di strumenti di pagamento elettronici. Prima del Cashback pagare piccole somme con il Pos faceva storcere il naso a molti, adesso è consuetudine.