Digitale terrestre, addio alla versione HD di questo canale

Il digitale terrestre è in fase di trasferimento da una tecnologia all’altra. Il cambiamento avverrà in maniera graduale

Digitale terrestre
Pixabay

Il digitale terrestre è in fase transitoria in Italia. E’ in corso un graduale passaggio da una tecnologia all’altra che porterà gli italiani a dotarsi o di televisori nuovi oppure di digitali nuovi da collegare alle tv. Il passaggio è iniziato da gennaio 2022 anche se qualcosa è già cambiato ad ottobre senza coinvolgere troppi televisori. Altri cambiamenti sono in corso a partire da gennaio. In particolare, da questo mese non è più possibile vedere in HD alcuni canali molto seguiti dagli italiani.

Digitale terrestre, cambia tutto per SkyTg24

digitale terrestre
foto Facebook

Si tratta dei canali del gruppo free di Sky, ossia Skytg24, Cielo e Tv8. Il canale che desta più scalpore è Sky che ha un seguito maggiore rispetto agli altri due. Ciò è stato possibile per effetto di un cambio di tecnologia. Sky TG24  è passato alla codifica MPEG4 per adeguarsi alle disposizioni del Ministero dello sviluppo economico. Le linee del ministero hanno permesso con questo cambio anche di risparmiare banda.

Leggi anche: Poste Italiane: l’annuncio sulle giacenze medie del 2020

Il motivo principale è che la banda sul digitale terrestre per i canali HD è diventata costosa. Per questo motivo, Sky ha preferito non investire troppo su canali che trasmettono in chiaro privilegiando gli investimenti per gli abbonati. Questi ultimi, infatti, possono vedere anche la qualità 4k. Tuttavia, su Sky tg 24 vanno in onda tanti programmi in diretta e le repliche di avvenimenti sportivi. La decisione è comprensibile ma gli utenti si sarebbero aspettati qualcosa in più da parte dell’emittente.

Leggi anche: Digitale terrestre: ecco l’avviso che sta comparendo a molti

Intanto v ricordato che coloro che hanno perso la visione di Skytg24, possono ottenere nuovamente la visione sintonizzando i canali della tv. Per quanto riguarda invece il passaggio definitivo alla nuova tecnologia del digitale terrestre, in questi giorni è in corso il passaggio in Valle d’Aosta. La prossima settimana, tra il 10 e il 18 gennaio, toccherà al Piemonte occidentale, ossia Torino, Cuneo e relative province, Langhe e Roero, parte provincia di Asti.