Green pass, come conoscere la data di scadenza?

Le normative sul green pass stanno cambiando, ed i tempi di scadenza si stanno accorciando. Quando scade il green pass?

green pass
(Getty Images)

La Certificazione verde COVID-19, meglio nota come Green pass, nasce per facilitare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di COVID-19. Attesta di aver fatto la vaccinazione o di essere negativi al test o di essere guariti dal COVID-19.

La Certificazione contiene un QR Code che permette di verificarne l’autenticità e la validità. La Commissione europea ha creato una piattaforma comune per garantire che i certificati emessi dagli Stati europei possano essere verificati in tutti i Paesi dell’UE: apre una nuova finestra. In Italia la Certificazione viene emessa esclusivamente attraverso la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute in formato sia digitale sia cartaceo.

Quindi nasce per gli spostamenti, ma ad oggi il Green pass è necessario per tutte le attività quotidiane: sport, cinema, teatro, lavoro, ristorante etc. Chi non possiede il certificato verde è letteralmente tagliato fuori dalla maggior parte delle attività.

Come sapere la durata del proprio green pass?

Telegram, gruppi no Green Pass prolificano tra gli studenti universitari
Pixabay

Chi non ha fatto il vaccino o non è guarito dal Covid, può comunque ricevere il pass con un tampone, anche rapido. La farmacia o l’istituto di turno che effettua l’esame provvede anche a rilasciare su carta il green pass.

Leggi anche: Agenzie delle Entrate, multe pesanti nel 2022: chi rischia

Quello da tampone è il Green pass base, e dura 48 ore. Oltretutto ad oggi, con il ritorno dei contagi ai livelli del 2020, molte situazioni, come ad esempio eventi, richiedono il green pass rinforzato, ovvero ottenuto da vaccinazione o guarigione.

Leggi anche: Beffa pensioni: chi si ritroverà l’assegno ridotto nel 2022

Ma come sapere quando scade il proprio green pass? Al momento la validità. per la vaccinazione completa, è stata ridotta da 12 a 9 mesi. La data dell’ultima somministrazione è riportata sul green pass stesso. Nel caso in cui si sia fatta anche la terza dose, ovvero il richiamo, i nove mesi scadono dalla somministrazione dell’ultima dose. Dopo la terza dose il Ministero della Salute provvede ad inviare il nuovo green pass, con tanto di data aggiornata.