Taglio Irpef, quanto risparmieranno gli italiani

Risparmio netto fino a 800 euro l’anno con la riforma dell’Irpef. La categoria più agevolata è la classe media

debito tasse
(pixabay)

Il Governo ha deciso di mettere a disposizione del paese 8 miliardi della manovra in legge di bilancio per il 2022 nel taglio delle tasse. Le parti in causa stanno decidendo come investire e in che modo alleviare la pressione fiscale. La direzione sembra ormai impostata. Sette degli otto miliardi saranno investiti nel taglio dell’Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche. L’altro miliardo sarà speso per tagliare l’Irap.

Irpef, il piano del taglio

(Pixabay)

Inizialmente era stata valutata anche la riduzione da 5 aliquote Irpef a quattro. La direzione che sta prendendo il governo è quella di ridurre di punti percentuali le aliquote della classe media. Si vuole intervenire in particolare con le due aliquote del 27% e del 38% riducendole rispettivamente di 2 e 4 punti percentuali. Quella del 27 passerebbe al 25 mentre quella del 38 passerebbe a 34.

Leggi anche: Tari, quali sono i rischi del mancato pagamento?

La prima categoria fa riferimento al reddito che arriva a 28mila euro mentre la seconda arriva fino a 55mila euro di reddito. Il taglio sarebbe importante per la classe media. Un modo per spingere sulla ripresa dando maggiore impulso alla classe sociale che ha maggiore predisposizione alla spesa o all’investimento. Secondo le stime il risparmio medio sarebbe di 800 euro annui di tributi.

Leggi anche: Canone Rai, stangata arretrati: cosa può accadere

Il sistema fiscale sul reddito è organizzato a scaglioni che sono cinque oltre la no tax area, ossia la fascia di reddito ritenuta troppo bassa per contribuire:

No tax area: per redditi fino a 8174 euro annui

Scaglione 1: redditi fino a 15 mila euro, aliquota al 23%, per una tassazione massima di 3450 euro;

Scaglione 2: redditi fino a 28 mila euro, aliquota al 27% sull’eccedenza rispetto ai 15 mila euro.

Scaglione 3: redditi fino a 55 mila euro, aliquota al 38% sull’eccedenza rispetto ai 28 mila euro;

Scaglione 4: redditi fino a 75 mila euro, Aliquota Irpef sull’eccedenza rispetto ai 55 mila euro pari al 41%;

Scaglione 5: soggetti con reddito oltre i 75 mila euro, aliquota Irpef applicata sull’eccedenza rispetto ai 75 mila euro del 43%.