Digitale terrestre, si parte: fate questi controlli, si rischiano brutte sorprese

Partira ieri la nuova era del digitale terrestre: per evitate brutte sorprese fate questi importanti controlli. Si rischia di rimanere fuori

digitale terrestre
Foto Pixabay

E’ arrivato il grande giorno, quello che sancisce il primo step del passaggio al nuovo digitale terrestre. Con la transizione dalla codifica Mpeg-2 a quella Mpeg-4 per i primi 15 canali Rai e Mediaset. Una svolta annunciata da tempo ma che potrebbe trovare impreparati ancora milioni di italiani. Che si sono ridotti all’ultimo momento senza aver fatto tutti i dovuti controlli su televisori e decoder.

Infatti chi non possiede questi apparecchi di ultima generazione potrebbe trovarsi in difficoltà non potendo vedere questi canali. Secondo i dati Ipsos-Auditel sarebbero infatti ancora oltre 3,5 milioni gli apparecchi non compatibili in circolazione, ma adesso non c’è più tempo e per rimediare a questa dimenticanza c’è solo un modo.

Chi infatti è arrivato alla data del 20 ottobre senza fare controlli a tv e decoder non di ultima generazione da oggi non potrà più vedere i 15 canali passati alla codifica Mpeg-4. Si tratta di canali Mediaset e Rai che potrebbero essere oscurati.

Digitale terrestre, ecco come vedere tutti i canali

Digitale terrestre
Pixabay

La data del 20 ottobre rappresenta il primo passaggio verso il nuovo digitale terrestre, con la rivoluzione tecnologica che porterà dei benefici per tutto il paese. Proprio questo passo importante però potrebbe trovare impreparati milioni di italiani. Alle prese con apparecchi obsoleti come televisori e decoder. Chi non lo ha già fatto nei giorni scorsi, nel caso non dovesse vedere i 15 canali Mediaset e Rai, sarà costretto a correre ai ripari.

Leggi anche: Governo riunito: ore decisive per tasse, pensioni e reddito di cittadinanza

Andando ad acquistare o una tv di nuova generazione o un decoder adeguato alla codifica Mpeg-4. In questo caso bisognerà poi risintonizzare i canali per avere la lista a completa disposizione. Adesso si prevede una nuova corsa all’acquisto, con tanti italiani distratti che non si sono accorti della scadenza del 20 ottobre.

Leggi anche: Aumenti e stangata sui prezzi: in arrivo un Natale…salato!

Niente panico, in commercio ci sono tantissime opportunità sia per le tv che per i decoder, anche a prezzi molto concorrenziali. Insomma, per adeguarvi non servirà spendere cifre altissime.