Buoni fruttiferi postali: ecco la soluzione ideale per i minorenni

Volete fare un regalo importante a un bambino? Un buono fruttifero postale, pur da non parente, è una soluzione ideale 

Buoni fruttiferi postali
Pixabay

Se volete fare un regalo importante a vostro figlio, nipote o semplicemente un bambino a cui volete bene, la soluzione di un buono fruttifero postale è senz’altro una soluzione da valutare attentamente. Anche perché tra tutti i prodotti che Poste italiane mette a disposizione quello dedicato ai minori è proprio il servizio migliore, nonché quello più pagato di tutti.

Buoni fruttiferi postali, la soluzione per i minorenni 

Buoni fruttiferi postali
Pixabay

Come funziona? Basta recarsi in un ufficio postale, o volendo operando semplicemente attraverso l’app di Banco Posta, e lasciare una somma di investimento che crescerà fino al 18esimo compleanno del bambino, dunque fino alla sua maggiore età. Il tasso di crescita raggiunge un massimo di 2.5% in questi anni, dato che lo rende il buono più favorevole di tutti considerando che il secondo economicamente più conveniente – un buono 4×4 – stima una crescita di appena 0.70% negli anni.

Leggi anche: Sei di uno di questi segni? Soldi in arrivo per te (dice l’oroscopo)

Leggi anche: Novità Banco Posta: cosa cambia da questo mese

A sottoscriverlo può essere una qualsiasi persona anche non parente e si può depositare una cifra minimo di 50 euro a salire per ogni suo multiplo. Sul sito di Poste è possibile anche simulare il valore di crescita di un buono per minorenni: depositando 500 euro ne verrebbero 742,05 dopo 18 anni. Mille diventerebbero 1.484,09 e 2.000 si tramuterebbero 2.968,20€. Tesoretti che, soprattutto se accumulati, permetterebbero al diretto interessato di realizzare i suoi sogni in futuro.