Questi gettoni telefonici valgono parecchio: come riconoscerli

Se avete a casa alcuni gettoni telefonici non li buttate perché potreste avere tra le mani una piccola fortuna.

youtube

I gettoni telefonici, utilizzati per i telefoni pubblici prima dell’avvento delle tessere telefoniche, sono stati dismessi da anni e sono diventati oggetti di culto per molti collezionisti. Ecco i più ricercati e quanto valgono.

Esistono oggetti che ci ricordano un passato che sembra lontanissimo, i gettoni telefonici sono tra questi. Ma oltre ad avere per molti un valore sentimentale, questi piccoli antesignani del credito telefonico possono avere un grande valore economico. Vi spieghiamo come capire se avete con voi preziose monetine.

Gettoni telefonici, ecco i più rari

youtube

Sembra assurdo ma anche i gettoni del telefono sono oggetti da collezione per i quali qualcuno è disposto a pagare cifre importanti. I gettoni del telefono hanno smesso di circolare ufficialmente nel 2002, quando hanno iniziato anche ad essere sostituiti dalle tessere telefoniche che sono anch’esse sparite insieme a molte cabine del telefono.

Per i collezionisti i gettoni ora hanno un valore di gran lunga superiore a quello che negli Anni ’80, per esempio, permetteva di passare qualche minuto al telefono con i propri cari. Essendo entrati nell’uso comune nel 1927 ci sono moltissime serie diverse di gettoni telefonici e alcune sono di valore maggiore rispetto ad altre.

Quello che dovete guardare è il numero di quattro cifre stampato sui gettoni e che identifica l’anno in cui sono stati prodotti. In linea generale, se riuscite ad avere gettoni le cui prime cifre sono inferiori a 77 avete tra le mani oggetti che possono valere anche 60 euro e oltre.

Leggi anche: Questa moneta da 2€ è rara: non usarla, puoi venderla subito

Leggi anche: Gratta e Vinci, arrivano 2 nuovi biglietti: si vince un tesoro

Per esempio quelli identificati dal numero 7304, quindi prodotti nel 1973 valgono 60 euro mentre per quelli con i numeri 7704 la quotazione arriva a 50 euro. Inutile dire che se riusciste a mettere le mani sul gettoni del telefono risalenti ai primi anni di attività della STIPEL, società telefonica interregionale piemontese e lombarda, che si occupava del conio di questi gettoni avreste davvero tra le mani una piccola fortuna.