Un prestito senza busta paga? Si può: ecco cifre e condizioni

Poste Italiane dà la possibilità di chiedere un mini prestito aperto a chiunque dal momento che non servirà presentare la busta paga

contratto
(pixabay)

Da oggi si può ottenere anche un prestito senza busta paga per merito di Poste Italiane. Si tratta di un mini prestito aperto a tutti dal momento che non richiede il requisito della busta paga.

Con questo incentivo Poste Italiane si apre anche ai più giovani, quelli che appunto ancora non hanno, per questioni di età o per altri motivi, un lavoro e quindi una busta paga. Ovviamente però, anche se la busta paga non serve, ci sono degli altri requisiti da tenere conto per il prestito. Vediamoli insieme.

Leggi anche: Bancomat nella cover del cellulare? Rischi una brutta sorpresa 

Prestito Poste Italiane, ecco cosa serve per chiederlo

poste
(pixabay)

Innanzitutto per avere un prestito senza busta paga bisogna essere correntisti presso Poste Italiane. Bisognerà, ovviamente, essere maggiorenni; nello specifico bisogna avere una età compresa tra i 18 e i 76 anni. Altro requisito importante è essere residenti sul territorio italiano e figurare fra i percettori di un trattamento da lavoro o previdenziale.

Il prestito dovrà comprendere un importo che va da un minimo di mille euro ad un massimo di 3 mila euro. I soldi potranno essere usati per necessità, acquisti o saldi vari senza condizioni. Il tutto potrà essere restituito in 22 rate mensili.

Leggi anche: Ritiro alimentare nei supermercati: ecco i cibi da non consumare

Come detto per ricevere il prestito senza busta paga si dovrà essere correntisti presso Poste Italiane dal momento che l’accredito del denaro avverrà direttamente sul conto corrente postale di chi usufruisce del prestito oppure sulla sua PostePay Evolution. Ovviamente non occorrerà presentare una busta paga come strumento di garanzia.