Bollo auto, prende il via la cancellazione degli arretrati

Le pendenze fiscali condonate dal decreto sostegni comprendono anche il bollo auto. In Lombardia rimborso 2020 per alcune categorie

bollo auto
(pixabay)

Il decreto Sostegni ha scelto le fasce contributive che possono accedere alla cancellazione delle cartelle esattoriali in un solo colpo. Riguarda i contribuenti con pendenze fiscali relative alle cartelle 2000-2010, con un tetto massimo di reddito e totale inevaso non superiore a 5.000 euro.

Oltre alle tasse da reddito, il cosiddetto condono fiscale contempla anche alcune tasse regionali, tra cui il bollo auto. Il contribuente vedrà estinta la tassa non pagata per il periodo di riferimento su indicato a partire dal 20 agosto, senza ricevere alcuna comunicazione dall’Agenzia delle Entrate. Ma potrà comunque visionare la propria situazione contributiva nell’area personale sul portale dell’Agenzia, comprese le cartelle cancellate.

Al contrario, in quanto il bollo auto è una tassa regionale, l’Agenzia delle Entrate dovrà comunicare la lista delle cartelle rimosse ad ogni regione  interessata.

Leggi anche: Incentivi auto, l’acquisto a prezzo ridotto di Fiat ecosostenibili

In Lombardia alcune categorie ottengono rimborso bollo auto 2020

bollo auto
(pixabay)

Nella regione Lombardia sono state introdotte ulteriori misure di agevolazione per gli automobilisti. Dato che durante il lockdown, i professionisti o dipendenti che usavano la vettura per lavoro non l’hanno potuto fare a causa delle limitazioni alla circolazione, la Lombardia gli rimborsa il bollo auto per il 2020.

Leggi anche: Truffa Green-pass, questo sms vi svuota il conto: è allarme 

Riceveranno così il rimborso della tassa automobilistica 2020 tutte le microimprese regolarmente registrate presso il Registro Imprese sia per i veicoli a quattro ruote che per i ciclomotori.